L’Unione europea approva il Green Pass Ue

- Advertisement -
AgenPress. L’Unione europea approva il Green Pass Ue con la sua sottoscrizione istituzionale del regolamento.
Viene così istituito il ‘Digital green pass’, per facilitare gli spostamenti all’interno dell’Unione e contribuire alla ripresa economica dal primo luglio.
L’entrata in vigore dei ‘green pass’ è prevista per il 1 luglio.
Il Green Pass attesterà per il portatore l’avvenuta vaccinazione, i test effettuati con risultato negativo o la guarigione dopo aver contratto il virus, sarà accessibile a tutti, gratuito e disponibile in tutte le lingue dell’Ue, in formato sia digitale che cartaceo; e sarà sicuro, con un codice QR firmato elettronicamente.
Gli Stati membri dovranno astenersi dall’imporre ulteriori restrizioni di viaggio ai
titolari di un certificato Covid digitale dell’Ue, a meno che esse non siano necessarie e proporzionate per tutelare la salute pubblica.
La Commissione si è inoltre impegnata a mobilitare 100 milioni di euro nell’ambito per aiutare gli Stati membri a offrire test a prezzi contenuti.
La proposta di regolamento era stata presentata il 17 marzo scorso dalla Commissione europea; il 20 maggio i co-legislatori hanno raggiunto un accordo provvisorio. Il primo giugno è diventata operativa la struttura portante tecnica del sistema, il ‘gateway’ dell’Ue, che consente la verifica degli elementi di sicurezza contenuti nei codici QR.
“Per il green pass si parla di validità fino a 9 mesi dall’ultima dose, – dichiara il presidente della regione Veneto, Luca Zaia – letto tra le righe significa che dopo questa scadenza qualcosa dovrebbe accadere”.
“Se non sarà una terza dose – aggiunge Zaia – penso che potrebbe esserci un nuovo vaccino. Ritengo sia impensabile che non ci sia un nuovo richiamo, così come accade per l’influenza: poi magari mi sbaglierò”.
- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati