Dati Covid in tempo Reale

All countries
179,470,601
Confermati
Updated on 21 June 2021 21:26
All countries
162,353,873
Ricoverati
Updated on 21 June 2021 21:26
All countries
3,886,278
Morti
Updated on 21 June 2021 21:26

M5s. Conte. “Disorientati da alcune decisioni del governo Draghi, ma lo sosteniamo”

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – “Alcune decisioni del governo Draghi hanno scontentato i cittadini e suscitato perplessità, ma noi che abbiamo lavorato per la tenuta del Paese durante le fasi più acute della pandemia vogliamo essere protagonisti anche della ripartenza. Lo saremo in modo leale e costruttivo senza rinunciare ai nostri valori e alle nostre battaglie”. Lo dice al Corriere della Sera il leader in pectore del Movimento 5 Stelle Giuseppe Conte.

Il M5S “avrà un respiro più ampio e internazionale, sarà in costante dialogo con la società civile e con tutte le componenti sane del Paese. Allargheremo il nostro raggio di azione a tutti i ceti produttivi, anche a quelli a cui in passato non abbiamo guardato con la dovuta attenzione. Penso a tutta la filiera dei servizi, al commercio, alle piccole e medie imprese, ai lavoratori autonomi, ai professionisti”.

L’ex premier nega quindi con decisione qualsiasi dualismo con il ministro degli Esteri Di Maio: “Sono tre anni che questo dualismo scompare e riappare sui giornali, in realtà abbiamo sempre lavorato proficuamente fianco a fianco e siate certi che Luigi darà il suo contributo fondamentale anche al nuovo Movimento”. E sulla sostituzione di Arcuri con Figliuolo commenta: “Sono situazioni incomparabili. Arcuri ha fatto un lavoro straordinario nonostante critiche ingenerose e spesso strumentali”.

“Non avremo un uomo solo al comando, ma nuove figure e ruoli con numerosi organi. Ho assunto con grande entusiasmo l’impegno a elaborare il nuovo progetto e portare il nuovo statuto, che sarà votato prima delle cariche elettive”. Gli iscritti “li consulteremo ancor più di prima, attraverso una piattaforma telematica che rimarrà lo strumento principale”.

 

La questione del secondo mandato “non è nel nuovo statuto, sarà risolta in seguito con il nuovo codice etico e la discussione sarà fatta in modo trasparente. Nel nuovo Movimento la figura del garante non può non essere Grillo, presenza insostituibile”. Con Casaleggio “le strade si sono divise, ma io e tutto il Movimento abbiamo grande rispetto per Casaleggio, padre e figlio”.

Altre News

Articoli Correlati