M5s diviso su risoluzione contro invio armi a Kiev. Di Nicola: ” Razov plaude ma non si scherza con le alleanze”

- Advertisement -

AgenPress – “Le parole dell’ambasciatore russo sull’invio delle armi sembrano purtroppo un plauso alle intenzioni espresse dalla risoluzione M5s che sta girando in queste ore. L’endorsement di Razov a quella che è l’apparente posizione di una parte del M5s ci riempie di imbarazzo e vergogna. Rischiamo di portare il M5S e l’Italia dalla parte sbagliata della storia”. Lo dice il senatore Primo Di Nicola, molto vicino a Di Maio. “Non si può giocare con le alleanze e la sicurezza del nostro Paese. Non possiamo fare un favore a Putin mentre continua a bombare l’Ucraina. Cosa hanno in mente i vertici M5S? Spero ci ripensino per il bene dell’Italia”.

Per la  capogruppo al Senato, Mariolina Castellone,  “la bozza che sta circolando in queste ore non è la risoluzione alla quale stiamo lavorando con tutta la maggioranza. Abbiamo un testo condiviso che stiamo completando e al quale il nostro gruppo sta dando un importante contributo, lavorando come sempre in modo costruttivo. Per noi è importante che nel testo si parli di de-escalation militare e centralità del Parlamento nelle scelte sulla guerra in Ucraina. Chi in queste ore sta divulgando documenti diversi, lo fa per creare fibrillazioni in maggioranza”.

- Advertisement -

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati