M5S. Petrocelli: “mia posizione è la stessa del 2008”. Di Maio lo invita alle dimissioni

- Advertisement -

AgenPress –  “Vergognoso… Ho la stessa posizione in politica estera del governo Conte I e del programma con cui sono stato eletto nel 2018, prima che arrivassero il Pd e Draghi. Mi fa soltanto un po’ male il silenzio assordante di Beppe. Vergognoso…”.

E’ l’ultimo tweet di Vito Petrocelli, senatore del M5s e presidente della commissione Esteri di Palazzo Madama allegando il post di Giuseppe Conte che tre giorni fa annunciava che si stava completando la procedura della sua espulsione, dopo il tweet di Petrocelli sulla festa della Liberazione scritta con la Z maiuscola simbolo dell’invasione russa all’Ucraina.

- Advertisement -

“Vito Petrocelli deve considerare di dimettersi” dalla presidenza della commissione Esteri del Senato, “c’è una responsabilità politica” su quanto è successo e “credo che i gruppi parlamentari hanno espresso una richiesta unanime”,  dice il ministro degli Esteri Luigi Di Maio parlando con i cronisti a Strasburgo.

“Rispetto a questa guerra e all’attacco non provocato di Putin all’Ucraina l’Italia e il governo italiano ma anche il Parlamento sono stati molto chiari. Poi si può discutere di quali possano essere le soluzioni per raggiungere la pace ma che si utilizzi il simbolo che più rappresenta l’efferatezza di questa guerra, la ‘Z’, addirittura nell’ambito dei festeggiamenti della nostra Liberazione, credo che porti ad una responsabilità molto alta”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati