Dati Covid in tempo Reale

All countries
176,724,575
Confermati
Updated on 14 June 2021 05:58
All countries
159,049,313
Ricoverati
Updated on 14 June 2021 05:58
All countries
3,819,658
Morti
Updated on 14 June 2021 05:58

Manovra, vale 38 mld. Fondi per aumento stipendi di medici e infermieri. Ecco le novità

AgenPress –  Arriva una prima bozza dell’articolato della Legge di Bilancio per il 2021 ed è subito maxi-manovra: il testo, non ancora definitivo, prevede infatti 243 articoli, suddivisi in 21 capitoli, dal fisco alla sanità, dal lavoro e famiglia al recovery fund.

La manovra secondo quanto si apprende, vale 37,9 miliardi. Tra le voci principali il rinnovo della Cig per oltre 5 miliardi e il nuovo fondo anti-Covid da 4 miliardi.

  • Fondi per aumento degli stipendi di medici e infermieri della sanità pubblica: nella bozza della manovra si prevedono in tutto 835 milioni l’anno per aumentare del 27% l’indennità di esclusiva della dirigenza medica, veterinaria e sanitaria (500 milioni) e per riconoscere una specifica indennità infermieristica (335 milioni). Il Fondo sanitario nazionale sale quindi a 121.370 miliardi che serviranno anche a dare maggiori risorse per i tamponi da parte dei medici di base (70 milioni) e per aumentare i contratti di specializzazione (105 milioni in più nel 2021 e 22 e 109,2 milioni dal 2023 al 2025).
  • Quattro miliardi nel 2021 per finanziare le misure anti-Covid: secondo quanto si legge in una bozza della manovra viene infatti confermata l’istituzione di un fondo ad hoc per “consentire il tempestivo adeguamento” degli interventi “di sostegno alle attività produttive”. “Il Fondo è ripartito – si legge -con uno o più decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’economia, di concerto con i Ministri interessati per il rifinanziamento per l’anno 2021 di misure di sostegno economico-finanziario già adottate nel corso dell’anno 2020 per fronteggiare le conseguenze economiche derivanti dall’emergenza”.
  • Ammonta a 3 miliardi di euro lo stanziamento per l’assegno universale per i figli attivo dal prossimo luglio. Le risorse complessive della riforma fiscale salgono poi a 8 miliardi di euro nel 2022, dei quali 5,5 miliardi per finanziare l’assegno unico e 2,5 per la riforma del fisco.
  • Aumentano le risorse in manovra per gli asili nido. Secondo la bozza, la dotazione del fondo di solidarietà comunale per il potenziamento degli asili nido è incrementata di circa 216 milioni per l’anno 2021, circa 255 milioni per l’anno 2022, 300 per il 2023.
  • Arriva un fondo da 150 milioni di euro per ”consentire l’erogazione dei servizi di trasporto scolastico in conformità alle misure di contenimento della diffusione del Covid-19”. Con decreto del ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il ministero dell’Istruzione e il ministero dell’Economia, in sede di Conferenza unificata, da adottare entro sessanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, è scritto nella bozza, ”sono definiti i criteri di riparto e le assegnazioni ai singoli comuni”.
  • Al fondo per la riforma fiscale saranno destinati 2,5 miliardi nel 2022 e 1,5 mld a partire dal 2023. “Al fine di dare attuazione a interventi in materia di riforma del sistema fiscale, nello stato di previsione del Ministero dell’Economia e delle finanze è istituito un Fondo con una dotazione di 2.500 milioni di euro per l’anno 2022 e 1.500 milioni di euro a decorrere dall’anno 2023. I predetti interventi sono disposti con appositi provvedimenti normativi, a valere sulle risorse del Fondo di cui al primo periodo”, si legge nella bozza.
  • Rinvio al 2022 del federalismo fiscale, che introduce il sistema di ”autonomia di entrata delle regioni a statuto ordinario e delle province, nonché di determinazione dei costi e dei fabbisogni standard nel settore sanitario”.
  • Cambia la lotteria degli scontrini. A partecipare saranno solo coloro che effettuano i pagamenti con moneta elettronica (come bancomat e carte di credito) e app.
  • Il bonus per l’acquisto di motorini elettrici arriva fino al 60% della spesa con un tetto a 500 euro. Le risorse sono destinate, nei limiti della dotazione del fondo di cui al primo periodo e fino ad esaurimento delle risorse, alla concessione in favore dei residenti maggiorenni nei capoluoghi di Regione, nelle Città metropolitane, nei capoluoghi di Provincia ovvero nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti, di un “buono mobilità”, pari al 60 per cento della spesa sostenuta e, comunque, in misura non superiore a euro 500, a partire dal 4 maggio 2020 e fino al 31 dicembre 2020, per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, nonché di veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica.
  • Cambia la lotteria degli scontrini. A partecipare saranno solo coloro che effettuano i pagamenti con moneta elettronica (come bancomat e carte di credito) e app.
  • Il bonus per l’acquisto di motorini elettrici arriva fino al 60% della spesa con un tetto a 500 euro. Le risorse sono destinate, nei limiti della dotazione del fondo di cui al primo periodo e fino ad esaurimento delle risorse, alla concessione in favore dei residenti maggiorenni nei capoluoghi di Regione, nelle Città metropolitane, nei capoluoghi di Provincia ovvero nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti, di un “buono mobilità”, pari al 60 per cento della spesa sostenuta e, comunque, in misura non superiore a euro 500, a partire dal 4 maggio 2020 e fino al 31 dicembre 2020, per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, nonché di veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica.
  • Aumenta di 4 miliardi dal 2021 al 2029 il fondo per il reddito di cittadinanza. La dotazione, si legge nella bozza della manovra per il prossimo anno, è incrementata di 196,3 milioni di euro per l’anno 2021, 473,7 milioni di euro per l’anno 2022, 474,1 milioni di euro per l’anno 2023, 474,6 milioni di euro per l’anno 2024, 475,5 milioni di euro per l’anno 2025, 476,2 milioni di euro per l’anno 2026, 476,7 milioni di euro per l’anno 2027, 477,5 milioni di euro per l’anno 2028 e 477,3 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2029.
  •  Prorogati i bonus edilizia, mobili, verde. La legge di bilancio proroga per il 2021 i bonus in materia di riqualificazione energetica, impianti di micro-cogenerazione, recupero del patrimonio edilizio, acquisto di mobili e grandi elettrodomestici. La bozza prevede anche la proroga del bonus facciate e del cosiddetto bonus verde. Si tratta delle detrazioni spettanti per gli interventi di sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione di pozzi nonché di realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.
  • Arrivano 100 milioni nel 2021 per il rifinanziamento del bonus mobilità, destinato all’acquisto di biciclette elettriche e non, monopattini e hoverboard. Lo si legge nella bozza della manovra in cui si spiega che le risorse a oggi disponibili non sarebbero sufficienti a coprire le richieste. La misura è finanziata con parte dei proventi delle aste delle quote di emissione di CO2.
spot_imgspot_img
spot_img

Altre News

Articoli Correlati