Mariupol. Centinaia di donne e bambini intrappolati nell’acciaieria Azovstal. A rischio acqua e cibo

- Advertisement -

AgenPress – Il reggimento ucraino Azov ha pubblicato un video che mostra i suoi combattenti che portano cibo e altri aiuti a donne e bambini che si rifugiano in uno dei bunker sotterranei dell’acciaieria Azovstal, l’ultima parte di Mariupol non sotto il controllo russo.

Nel filmato si possono sentire donne e bambini – visti in una stanza affollata – che dicono che ora stanno finendo il cibo e l’acqua e che chiedono di essere evacuati dalla città del sud assediata.

- Advertisement -

Un certo numero di quelli filmati affermano di essere rimasti intrappolati sottoterra per settimane, con una ragazza che ha affermato di non aver visto la luce del giorno dal 27 febbraio, il quarto giorno dell’invasione russa dell’Ucraina.

Sulle pareti del bunker si vedono grandi cartelli con la scritta “Bambini” in vernice rossa. Si sente una donna dire che più di 15 bambini – dai neonati ai 14 anni – si stanno rifugiando nell’edificio.

L’acciaieria Azovstal – un labirinto di tunnel e officine – è un enorme sito industriale nel centro di Mariupol. È quasi come una città nella città.

- Advertisement -

All’inizio di questa settimana, uno dei comandanti dell’Azov – che insieme a una brigata della marina ucraina, guardie di frontiera e agenti di polizia stanno ancora difendendo Mariupol – ha detto alla BBC che molti civili, compresi bambini, si stavano rifugiando nel sito. Ha anche detto che c’erano combattenti feriti e morti.

Gran parte di Mariupol è stata distrutta in settimane di pesanti bombardamenti russi e intensi combattimenti di strada.

Questa settimana, il presidente Vladimir Putin ha annullato un previsto assalto russo alle acciaierie e ha ordinato alle sue truppe di sigillarlo.

Prendere il porto del Mar d’Azov è un obiettivo fondamentale della guerra russa e libererebbe più truppe per unirsi a un’offensiva russa nella regione orientale del Donbas.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati