Mariupol. I marines ucraini si uniscono al battaglione Azov “sfuggendo alla sconfitta”

- Advertisement -

AgenPress –  A Mariupol, alcune unità della 36ma brigata separata di marines intitolata al contrammiraglio Mykhailo Bilinsky sono riuscite a raggiungere ed unirsi al reggimento Azov. Lo ha annunciato su Facebook Oleksiy Arestovych, consigliere del capo dell’Ufficio del Presidente Zelensky, citato da Ukrinform.

La 36ma brigata, secondo invece quanto ha sostenuto il Ministero della Difesa russo, si sarebbe arresa nella città portuale ai soldati di Mosca. “A Mariupol, unità della 36ma Brigata Marine, con un’azione molto rischiosa hanno raggiunto il reggimento Azov sfuggendo alla sconfitta”, ha scritto Arestovych.

- Advertisement -

Arestovych ha affermato che dopo una “manovra rischiosa” gli ultimi difensori rimasti della città portuale assediata di Mariupol hanno potuto unire le forze.

Entrambe le unità sono state coinvolte in un ultimo disperato tentativo di resistere a un’offensiva russa contro la città che è durata oltre un mese.

“Questo è ciò che accade quando gli ufficiali non perdono la testa, ma mantengono saldamente il comando e il controllo delle truppe”, ha detto Arestovych.

- Advertisement -

 I membri dell’unità dei Marines hanno pubblicato martedì una dichiarazione video in cui affermano che avrebbero resistito “fino alla fine“, nonostante fossero circondati dalle forze russe e a corto di rifornimenti.

Sul suo account Facebook, Arestovych ha affermato che il reggimento Azov aveva “ricevuto sostanziali rinforzi … la 36a brigata ha evitato la sconfitta e ha ricevuto ulteriori serie opportunità, anzi, ha ottenuto una seconda possibilità”.

Arestovych ha affermato che “i difensori della città, ora insieme, hanno rafforzato seriamente la loro area di difesa”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati