Mariupol. Il corridoio umanitario non ha funzionato. Evacuati 127 civili anziché 6mila. Colpa dei russi

- Advertisement -

AgenPressIl vice primo ministro ucraino Iryna Vereshchuk ha dichiarato su Telegram che “il corridoio umanitario da Mariupol non ha funzionato come previsto oggi”.

Sebbene dozzine di persone siano riuscite a fuggire dalla città a Zaporizhzhia, il sindaco di Mariupol sperava che 6.000 sarebbero state evacuate oggi. I civili evacuati sono 127.

- Advertisement -

Vereshchuk ha affermato che questo fallimento è dovuto alla “mancanza di controllo delle proprie forze armate sul campo” da parte della Russia.

Ha aggiunto che “gli occupanti non sono stati in grado di fornire un trasporto tempestivo di persone al punto in cui dozzine dei nostri autobus e ambulanze stavano aspettando”.

Il consiglio comunale di Mariupol ha accusato la “disorganizzazione e negligenza intrinseche” della Russia.

- Advertisement -

Gli sforzi di evacuazione riprenderanno giovedì, ha detto Vereshchuk, aggiungendo “lotteremo per ognuno di voi”.

 Un numero di gran lunga inferiore ai seimila tra donne, bambini e anziani che le autorità ucraine speravano di poter allontanare dalla città assediata, ha confermato il governatore di Donetsk, Pavlo Kyrylenko. Media locali hanno riferito che alcuni dei punti di incontro per le evacuazioni sono stati colpiti da bombardamenti d’artiglieria.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati