Mariupol. Proseguono i bombardamenti delle truppe russe sull’acciaieria Azovstal

- Advertisement -

AgenPress – Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha avvertito che il bombardamento dell’acciaieria Azovstal a Mariupol “non si ferma” anche se “i civili devono ancora essere eliminati”.

“Le donne, molti bambini rimangono lì. Immagina l’inferno: più di due mesi di continui bombardamenti, bombardamenti, morte costante nelle vicinanze.”

- Advertisement -

Le autorità ucraine stanno “facendo di tutto per trovare una soluzione per salvare i nostri eroi militari” difendendo Mariupol, ha aggiunto Zelensky. “Ci sono diverse unità. Hanno molti feriti, ma non si arrendono. Mantengono la posizione. E anche noi stiamo cercando di trovare soluzioni per trovare sicurezza per queste persone”.

Le Nazioni Unite stanno organizzando un’altra evacuazione da Mariupol per oggi,  ha detto il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres.

“Dobbiamo continuare a fare tutto il possibile per far uscire le persone da questi paesaggi infernali”.

- Advertisement -

Nel suo incontro con il presidente russo Vladimir Putin la scorsa settimana, Guterres ha affermato di aver sottolineato la necessità di consentire l’accesso umanitario e l’evacuazione dalle aree assediate, “compresa prima di tutto Mariupol”.

Giovedì Putin ha affermato che le forze russe sono pronte a offrire un passaggio sicuro ai civili che rimangono intrappolati nell’impianto a patto che i combattenti depongano le armi e si arrendano ai russi.  

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati