Dati Covid in tempo Reale

All countries
178,938,100
Confermati
Updated on 20 June 2021 01:20
All countries
161,744,421
Ricoverati
Updated on 20 June 2021 01:20
All countries
3,874,825
Morti
Updated on 20 June 2021 01:20

Mes. Dopo il no di Berlusconi, azzurri in rivolta. Soddisfatti Meloni e Salvini

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – La decisione di Silvio Berlusconi di votare contro la riforma del Nes non è stata ben accettata dai parlamentari azzurri. Subito dopo la nota del Cavaliere, in linea con le tesi della Lega, le chat di Forza Italia sono esplose. In molti hanno ricordato come per mesi Fi si sia battuta a favore del Mes, tanti di loro fanno anche parte dell’intergruppo favorevole al Mes. Quindi hanno chiesto un chiarimento immediato alle due capigruppo, che però – a quanto si apprende – avrebbero deciso di rinviare un confronto. Tenerlo oggi avrebbe comportato il rischio di spaccare i gruppi.

Soddisfatti, al contrario, i leghisti.   Matteo Salvini, stamattina, ha indicato la linea sul Mes a tutto il centrodestra senza parlarsi preventivamente con Silvio Berlusconi. E’ quanto si apprende da fonti della Lega che valutano positivamente la posizione espressa dal Cavaliere. Il centrodestra – si sottolinea – si conferma compatto: dopo il voto sullo scostamento, trova una sintesi su un tema molto delicato e divisivo come il Mes che ancora divide la maggioranza. Apprezzabile – conclude la Lega – anche il fatto che Berlusconi abbia risposto a stretto giro all’appello di Salvini.

Anche  “Fratelli d’Italia ringrazia gli alleati di Forza Italia, e in particolare Silvio Berlusconi, per averci seguito sul tema del MES e aver deciso di votare no insieme a noi il 9 dicembre in Parlamento. È una battaglia di cui Fratelli d’Italia si è fatto promotore fin da subito, che da sempre condividiamo con Matteo Salvini e la Lega e che siamo felici oggi raccolga la posizione del centrodestra unito”. Così in una nota la leader di FdI, Giorgia Meloni. “Il 9 dicembre scriveremo insieme una pagina di storia per difendere la sovranità nazionale dal cappio che l’eurosistema vorrebbe stringere al collo dell’Italia. Sarà l’ennesima prova di unità e di compattezza di un centrodestra che – conclude Meloni – la maggioranza sperava inutilmente di riuscire a dividere”.

Altre News

Articoli Correlati