Milleproroghe. Governo battuto 4 volte, su contante, ex Ilva, graduatorie per l’Istruzione e sperimentazione animali

- Advertisement -

AgenPress – Il governo nella notte è andato sotto quattro volte, secondo quanto si apprende, e in alcuni casi la maggioranza si è spaccata.

I lavori delle commissioni sono durati tutta la notte e sono stati piuttosto turbolenti registrando scontri anche all’interno della maggioranza e più volte anche le relatrici (una della Lega e una del M5s) hanno dato pareri contrastanti sugli emendamenti. Durante l’esame delle modifiche il governo ha dato parere contrario all’emendamento che cancella l’articolo sull’ex Ilva, che però è stato approvato ugualmente: la norma originaria cambiava la destinazione di parte dei fondi Riva che ora tornano a poter essere utilizzati per le bonifiche. Sulle graduatorie per l’Istruzione il governo al contrario ha dato parere favorevole a una riformulazione che però è stata bocciata dalle commissioni. Altro emendamento su cui il governo è stato battuto e su cui la maggioranza si è divisa la sperimentazione degli animali.

- Advertisement -

La Lega e Forza Italia hanno votato con FdI una retromarcia sul contante: il tetto che dallo scorso primo gennaio è sceso a mille euro torna ora per un anno a duemila euro. La modifica sposta infatti l’entrata in vigore della soglia più bassa dal primo gennaio 2022 al primo gennaio 2023. La modifica è passata per un solo voto con il parere contrario del governo.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati