Dati Covid in tempo Reale

All countries
156,724,337
Confermati
Updated on 7 May 2021 07:20
All countries
134,942,414
Ricoverati
Updated on 7 May 2021 07:20
All countries
3,270,453
Morti
Updated on 7 May 2021 07:20
spot_img

Minacce a consigliera Padova dopo post contro Fabri Fibra. Toti: solidarietà alla capogruppo di “Cambiamo!” Eleonora Mosco

Agenpress. “Stai attenta e guardati alle spalle”, “Muori di cancro”, “Ammazzati”, “Aborto al primo bambino”. L’odio online non ha colore politico e non riguarda solo la politica. È un problema sociale. E strumentalizzarlo per fini elettorali è il miglior modo per non risolverlo. Serve una presa di coscienza di tutti e non il solito doppiopesismo che derubrica gli insulti a esponenti di centrodestra come “stupidaggini” e grida al ritorno del fascismo e al clima d’odio se vengono toccati uomini e donne di sinistra – dichiara il presidente della Liguria Giovanni Toti – . 

Solidarietà alla capogruppo di “Cambiamo!” a Padova, Eleonora Mosco, definita in tutti quei modi solo per aver espresso una sua opinione su Fabri Fibra, che insulta le donne nelle sue canzoni e che suonerà durante Capodanno nella sua città pagato dal Comune.

Libertà di pensiero e di parola significa poterlo fare senza essere presa di mira dagli haters, per questo ritengo le minacce e gli insulti a Eleonora gravissimi. Attendiamo immediatamente le scuse del cantante e chiediamo all’amministrazione comunale come mai tra tanti cantanti ha scelto di finanziare proprio il concerto di Fabri Fibra, che nei testi delle sue canzoni lancia messaggi omofobi, esalta la violenza sulle donne, e tira in ballo anche Pietro Pacciani “datela a tutti, anche ai cani, se non me la dai te la strappo come Pacciani”.

Questo ritornello porta alla memoria quella vicenda tragica che costò la vita a sedici persone e che è rimasta una ferita ancora aperta nella storia italiana e dovrebbe bastare per non farlo entrare in nessuna piazza. Ma voi, amici, pensate se tutto questo fosse successo al contrario? Basta! Facciamo uno sforzo intellettuale tutti insieme per fermare l’odio e la violenza online, apriamo un vero dibattito a livello nazionale per trovare soluzioni condivise e non bandierine da sventolare nella battaglia politica – conclude Toti – .

spot_imgspot_img
spot_img

Altre News

Articoli Correlati