Missili russi a Kiev. Uccisa Vera Girich, giornalista e produttrice per Radio Liberty

- Advertisement -

AgenPress – Vera Girich, 55 anni, un’ex dipendente dell’ambasciata israeliana in Ucraina, è stata uccisa giovedì a seguito di un bombardamento russo nel centro di Kiev, ha annunciato l’ambasciatore israeliano in Ucraina Michael Brodsky tramite Twitter.

Giornalista di Radio Svoboda aveva 55 anni, è rimasta uccisa nell’attacco che ha colpito un edificio residenziale di Kiev. Lo hanno reso noto i suoi colleghi.   Girich abitava al secondo piano del palazzo. Lavorava anche per il canale televisivo ‘1+1’.

- Advertisement -

Il bombardamento ha coinciso con la visita del segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres a Kiev , con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky che ha affermato che i bombardamenti della Russia sono iniziati “immediatamente” dopo la fine del suo incontro con Guterres.

In una dichiarazione, Radio Liberty ha espresso le sue condoglianze alla famiglia di Girich e ha promesso di ricordarla come “una persona brillante e gentile, una vera professionista”.

In un ritratto della donna pubblicato sul canale Telegram di Radio Svoboda (Radio Liberà), con allegata la sua foto, si spiega che Girich lavorava all’emittente dal primo febbraio 2018, dopo aver lavorato in precedenza nei principali canali televisivi ucraini. Radio Svoboda la definisce “una persona brillante gentile, una vera professionista”. Altri colleghi scrivono che “odiava Putin”.

- Advertisement -

Molti giornalisti hanno perso la vita nella guerra in Ucraina. All’inizio di questo mese, un fotografo e documentarista Maks Levin è stato trovato morto vicino a Kiev.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati