Dati Covid in tempo Reale

All countries
179,532,359
Confermati
Updated on 22 June 2021 00:27
All countries
162,438,053
Ricoverati
Updated on 22 June 2021 00:27
All countries
3,888,306
Morti
Updated on 22 June 2021 00:27

Morte Michele Merlo, famiglia chiede avvio indagine magistratura per errori ed omissioni

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPress – I genitori di Michele Merlo, il cantante scomparso a causa di un’emorragia celebrale scatenata da una leucemia fulminante, hanno deciso di “chiedere alla magistratura di svolgere le necessarie indagini al fine di verificare se vi siano stati errori e/o omissioni antecedenti al ricovero al Maggiore che abbiano determinato irreversibilmente la sorte del proprio figlio”. E quanto fa sapere, in una nota, la famiglia dell’artista. “Assistiti dai propri consulenti e legali procederanno in mattinata a depositare la formale denuncia necessaria per chiedere l’avvio delle procedure di sequestro della salma e delle cartelle cliniche”.

La decisione  è legata all’avvio di una indagine interna da parte dell’Ausl di Bologna per ricostruire la vicenda e chiarire, “quanto successo nei giorni e nelle ore precedenti al ricovero presso il reparto di Rianimazione dell’Ospedale Maggiore di Bologna”.

Per questo, viene sottolineato, i familiari “assistiti dai propri consulenti e legali procederanno in mattinata a depositare la formale denuncia necessaria per chiedere l’avvio delle procedure di sequestro della salma e delle cartelle cliniche”. Ad ogni modo “Domenico e Katia, padre e Madre di Michele intendono ringraziare tutto il personale medico, paramedico e i dirigenti del reparto rianimazione dell’Ospedale Maggiore di Bologna per la professionalità e umanità dimostrata nelle terribili ore che hanno preceduto la morte del proprio figlio. Approfittano di questo comunicato  anche per informare che la data delle esequie verrà comunicata solo dopo che l’autorità giudiziaria avrà deciso quali azioni intraprendere”.

“Michele si era sentito   male da giorni e mercoledì si era recato presso il pronto soccorso di un altro ospedale del bolognese che, probabilmente, scambiando i sintomi descritti per una diversa, banale forma virale, lo aveva rispedito a casa. Anche durante l’intervento richiesto al Pronto soccorso, nella serata di giovedì, pare che lì per lì non fosse subito chiara la gravità della situazione”.

E’ stata una cora contro il tempo per salvargli la vita.   Il suo ultimo post pubblicato su Instagram risale al 3 giugno con una foto del tramonto e poche parole che hanno da subito allarmato i fan per le sue condizioni di salute: “Vorrei un tramonto ma mi esplode la gola e la testa dal male. Rimedi?”.

 

 

Altre News

Articoli Correlati