Mosca. Brittney Griner condannata a nove anni con l’accusa di droga. Biden: “è inaccettabile, liberarla subito”

- Advertisement -

AgenPress – La star del basket Usa Brittney Griner è stata condannata a 9 anni dopo essere stata giudicata colpevole di traffico di droga dal tribunale di Khimki, alla periferia di Mosca.

“La Russia detiene” Brittney Griner “ingiustamente. E’ inaccettabile e chiedo alla Russia di rilasciarla immediatamente”, dice  Joe Biden commentando la condanna.  “La cittadina americana Brittney Griner ha ricevuto una sentenza che ricorda ancora una volta quello che il mondo già sa: la Russia detiene ingiustamente Brittney. “La mia amministrazione continuerà a lavorare senza sosta e a perseguire ogni strada possibile per portare Brittney e Paul Whelan a casa il prima possibile”.

- Advertisement -

Leggendo il verdetto,  il presidente della Corte ha affermato di aver tenuto conto del fatto che l’americano aveva già trascorso molto tempo in detenzione.

L’avvocato difensore di Griner, Maria Blagovolina, ha detto che era “molto turbata, molto stressata”.

“Riesce a malapena a parlare. È un momento difficile per lei. Quando abbiamo visto Brittney martedì, le abbiamo detto: ‘Ci vediamo giovedì’. Ha detto: ‘Ci vediamo il giorno del giudizio’. Quindi sembra che avesse ragione”.

La squadra di difesa ha detto che avrebbe presentato ricorso contro il verdetto.

- Advertisement -

Griner, che è considerata una delle migliori giocatrici al mondo, è stata detenuta a febbraio in un aeroporto vicino a Mosca quando nel suo bagaglio sono state trovate cartucce di vaporizzatori contenenti olio di cannabis.

Era venuta in Russia per giocare a basket nei club durante la bassa stagione degli Stati Uniti.

Subito dopo, la Russia ha invaso l’Ucraina e il suo caso è diventato oggetto di una diplomazia di alto profilo tra Stati Uniti e Russia.

Il segretario di Stato americano Antony Blinken ha dichiarato: “La Russia, e qualsiasi paese impegnato in una detenzione illecita, rappresenta una minaccia per la sicurezza di tutti coloro che viaggiano, lavorano e vivono all’estero”.

Non è chiaro per quanto tempo trascorrerà effettivamente dietro le sbarre, poiché gli Stati Uniti e la Russia hanno discusso di un potenziale scambio di prigionieri che potrebbe coinvolgere il giocatore di basket.

I resoconti dei media statunitensi suggeriscono che il trafficante di armi russo imprigionato Viktor Bout – noto come il mercante di morte – potrebbe essere trasferito da Washington alle autorità russe come parte dell’accordo.

Dopo che la corte ha ascoltato le argomentazioni conclusive, Griner ha detto: “Ho commesso un errore onesto e spero che nella tua sentenza non mi finisca la vita”.

“Non ho cospirato o pianificato di commettere questo crimine”. 

Griner ha anche affermato di non aver ricevuto né una spiegazione dei suoi diritti né l’accesso a un avvocato nelle prime ore della sua detenzione e che ha dovuto utilizzare un’app di traduzione sul suo telefono per comunicare.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati