Mosca. Kherson introdurrà il rublo dal 1 maggio. Escluso il referendum, non tornerà più sotto l’Ucraina

- Advertisement -

AgenPress –  La città di Kherson, nel sud dell’Ucraina, che la Russia sostiene di aver preso sotto il proprio controllo, passerà all’uso del rublo, la moneta russa, dal primo maggio. Lo riporta l’agenzia statale russa Ria Novosti citata dalla Bbc.

Il vice presidente dell’amministrazione militare e civile della regione, Kirill Stremousov, ha detto a Ria Novosti che il passaggio richiederà un periodo di 4 mesi, durante il quale saranno in circolazione sia il rublo che la grivnia ucraina. Dopo questo periodo la regione farà il passaggio totale all’uso della moneta russa.

- Advertisement -

Un funzionario nominato dalla Russia afferma che il suo ritorno al controllo ucraino è “impossibile” e ha escluso un referendum per decidere il suo futuro.

Il vicepresidente dell’amministrazione della regione nominata dalla Russia, Kirill Stremousov, ha dichiarato all’agenzia di stampa russa RIA Novosti.

“La questione del ritorno della regione di Kherson all’Ucraina nazista è esclusa. Questo è impossibile. La regione di Kherson si svilupperà economicamente”.

Stremousov, che è ucraino e ha una lunga esperienza ai margini della politica regionale, ha aggiunto:

“Kiev non sarà più in grado di imporre la sua brutta politica nazista sulla nostra terra, volta a distruggere le persone e la loro identità”.
- Advertisement -

Il mese scorso, i pubblici ministeri ucraini hanno aperto una causa contro Stremousov per “aver assistito uno Stato straniero nello svolgimento di attività sovversive contro l’Ucraina”.

C’erano state notizie secondo cui i russi avrebbero organizzato una qualche forma di referendum  sull’opportunità che la regione meridionale diventasse una repubblica indipendente, come le autoproclamate repubbliche di Luhansk e Donetsk. Ma Stremousov ha detto che non si svolgerà, il mio compito principale era ripristinare l’economia della regione e “non sono previsti referendum”.

Martedì, il presidente ucraino Zelensky ha deriso l’intenzione di tenere un referendum a Kherson. “La Russia vuole organizzare un finto ‘referendum’ da qualche parte nella nostra terra? Anche se ci provassero, sarebbe vergognoso come tutto il resto che è stato ‘creato’ a Mosca per sostenere l’occupazione dell’Ucraina”.

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati