- Advertisement -

Agenpress. Altro che atti d’amore! Emerge una grave accusa a una delle più importanti banche italiane: i dipendenti di MPS avrebbero subito pressioni per vendere prodotti finanziari (convenienti per la banca) agli imprenditori bisognosi di un prestito!

Non bastava l’estrema lentezza nell’erogazione dei finanziamenti coperti da garanzia dello Stato, adesso le piccole e medie imprese, già messe in ginocchio dalla pandemia e che necessitano urgentemente di liquidità devono subire anche forme di sciacallaggio commerciale da parte delle banche.

È l’inquietante scenario fatto emergere dalle rappresentanze sindacali dei bancari che svelano l’esistenza di “report per controllare che a tot erogazioni corrispondano tot prodotti collocati”. Ipotesi di una gravità inaudita, sulla quale pretendiamo piena chiarezza.

E’ quanto dichiara, in una nota, Giorgia Meloni.