Dati Covid in tempo Reale

All countries
196,601,396
Confermati
Updated on 28 July 2021 22:55
All countries
176,272,451
Ricoverati
Updated on 28 July 2021 22:55
All countries
4,202,174
Morti
Updated on 28 July 2021 22:55

‘Ndrangheta: amministrazione giudiziaria Avr e Ase. Indagati assessore Calabria e vicesindaco Reggio

- Advertisement -
- Advertisement -

Agenpress  –  Tredici persone sono indagate nell’inchiesta della Dda che ha portato all’amministrazione giudiziaria le società Avr e Ase, con sede a Roma,  sottoposte ad amministrazione giudiziaria, e la Hidro Geologic Line a controllo giudiziario nell’inchiesta della Dda di Reggio Calabria. I provvedimenti sono stati eseguiti dai carabinieri. La società avrebbe avuto rapporti con imprenditori intranei o comunque collegati con cosche di ‘ndrangheta e con amministratori pubblici in un contesto di relazioni di scambio. Avr è capofila di un polo imprenditoriale con 34 tra sedi, impianti e distaccamenti, un volume di affari di 200 milioni e 2.500 dipendenti.

Tra loro 8 amministratori del Comune di Reggio Calabria, del Consiglio comunale, della Città Metropolitana, del Consiglio regionale ed ex Provinciale e del Comune di Taurianova ai quali sono contestati reati contro la Pa per indebite pressioni per l’assunzione di personale segnalato. Tra loro l’assessore regionale Domenica Catalfamo – coinvolta come ex dirigente del Comune di Reggio – ed il vicesindaco di Reggio Armando Neri.

Dalle indagini, coordinate dalla Dda reggina, secondo l’accusa è emerso che l’espansione territoriale di AVR è stata determinata dalla permeabilità aziendale agli interessi mafiosi ed a quelli della cosiddetta “cattiva politica”. Un’attitudine che per gli investigatori rendeva la società “perfettamente consonante” agli interessi criminali, divenendo “perfettamente funzionale” alla prosecuzione e all’espansione dei sistemi di potere che governano il territorio.

Il polo imprenditoriale oggetto della misura di prevenzione è attivo a Reggio Calabria nei settori del ciclo integrato dei rifiuti per il comune di Reggio Calabria e di diversi comuni della provincia, con la raccolta porta a porta, il trasporto, il trattamento, il recupero dei rifiuti e la pulizia del suolo; la gestione della rete stradale della Città Metropolitana di Reggio Calabria; l’appalto per la strada “Gallico – Gambarie”, particolarmente importante per le ricadute turistiche sul territorio reggino. Per il Tribunale, le indagini della Dda hanno fatto emergere la sussistenza rapporti di stabile ed oggettiva agevolazione tra l’esercizio delle attività economiche della Avr ed imprenditori appartenenti o collegati alle cosche della ‘ndrangheta collusi

Altre News

Articoli Correlati