Nigeria. Amnesty, violenze e stupri di Boko Haram contro donne e ragazze

- Advertisement -

AgenPress – Una nuova ricerca di Amnesty International documenta stupri e altre violenze sessuali, che equivalgono a crimini di guerra, di cui sono state vittime donne e ragazze durante gli ultimi raid nel nordest della Nigeria ad opera dei combattenti di Boko haram.

A febbraio e marzo del 2021, Amnesty International ha intervistato 22 persone in un gruppo di villaggi nello stato settentrionale di Borno che Boko haram ha più volte attaccato dalla fine del 2019.

- Advertisement -

Nel corso dei violenti raid, i combattenti di Boko haram hanno ucciso le persone che cercavano di scappare e saccheggiato bestiame, denaro e altri oggetti di valore.

“Proseguendo nel suo inarrestabile ciclo di uccisioni, rapimenti e saccheggi, durante gli attacchi Boko haram colpisce anche donne e ragazze con stupri e altre violenze sessuali. Queste atrocità rappresentano crimini di guerra”, ha dichiarato Osai Ojigho, direttrice di Amnesty International Nigeria.

“Le comunità colpite sono state abbandonate dalle forze che dovrebbero presumibilmente proteggerle e stanno lottando per conquistare un riconoscimento od ottenere una risposta agli orrori che hanno subito. Le autorità nigeriane devono urgentemente affrontare la questione”, ha proseguito Osai Ojigho.

- Advertisement -

“Il Tribunale penale internazionale deve avviare con immediatezza un’indagine completa sulle atrocità commesse da tutte le parti e garantire che tutti i responsabili siano chiamati a rispondere anche dei crimini nei confronti di donne e ragazze”, ha aggiunto Osai Ojigho.

Dopo ripetuti sfollamenti, le comunità colpite si sono spostate perlopiù in aree sotto il controllo militare ma molte non hanno ancora ricevuto alcuna assistenza umanitaria.

 

- Advertisement -

Altre News

Articoli Correlati