Dati Covid in tempo Reale

All countries
180,003,033
Confermati
Updated on 23 June 2021 12:29
All countries
163,043,352
Ricoverati
Updated on 23 June 2021 12:29
All countries
3,899,871
Morti
Updated on 23 June 2021 12:29

Nonostante il Covid la Cina sconfigge la povertà assoluta in tutte le sue 832 contee

- Advertisement -
- Advertisement -

AgenPressCon le ultime nove contee che si scrollano di dosso la povertà, la Cina ha rimosso tutte le sue 832 contee impoverite a livello nazionale dalla lista della povertà, una pietra miliare a livello globale di riduzione della povertà per il paese più popoloso del mondo.

E’ quanto riporta l’agenzia Xinhua.  Le nove contee si trovano tutte nella provincia montuosa sud-occidentale del Guizhou, una volta la regione a livello provinciale con la più grande popolazione povera registrata. Erano anche tra le 52 contee rimaste nell’elenco delle contee povere del paese alla fine del 2019. Un totale di 43 contee in sei province e regioni autonome, inclusa la regione autonoma uigura dello Xinjiang, si sono scrollate di dosso la povertà come dichiarato in precedenza dalle autorità governative locali questo mese. 

Il delisting di tutte le contee colpite dalla povertà segna un importante passo avanti verso l’eliminazione della povertà assoluta: un sogno perseguito dalla nazione cinese generazione per generazione nel corso di migliaia di anni e un grande obiettivo del Partito Comunista Cinese che guida una nazione con una popolazione di 1,4 miliardi.

Il progresso è particolarmente duramente guadagnato in quanto le ultime 52 contee sono state le più difficili da liberare dalla povertà a causa di fattori come le dure condizioni naturali. È anche straordinario nel senso che l’improvvisa pandemia di COVID-19 ha avuto un impatto sull’economia cinese e sul mondo, aggiungendo così alle difficoltà il tratto finale del paese per eliminare la povertà assoluta e costruire una società moderatamente prospera sotto tutti gli aspetti, o Xiaokang, alla fine di quest’anno.

Con quasi 100 milioni di persone che hanno detto addio alla povertà dal 2012 e l’imminente eliminazione della povertà assoluta, la Cina è destinata a raggiungere l’obiettivo di porre fine alla povertà come stabilito nell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, 10 anni prima del previsto.

Dalla sua riforma e apertura alla fine degli anni ’70, la Cina ha sollevato più di 700 milioni di persone dalla povertà, creando un miracolo ampiamente riconosciuto nella storia dello sviluppo umano e diventando il maggior contributore alla riduzione della povertà globale.

In base al principio mirato di riduzione della povertà, le località in tutta la Cina hanno sviluppato varie industrie per sostenere l’occupazione e aumentare il reddito delle persone in base alle condizioni locali, hanno ricollocato coloro che vivono in aree abitabili per l’umanità e hanno partecipato a programmi di aiuto di accoppiamento tra altre misure efficaci.

Il raggiungimento della riduzione della povertà è una solida manifestazione degli sforzi concreti della Cina per proteggere e sviluppare i diritti umani poiché le persone, in particolare quelle nelle aree delle minoranze etniche, hanno goduto di mezzi stabili di sussistenza e sviluppo con infrastrutture, condizioni di vita, istruzione e servizi di assistenza medica notevolmente migliorati.

Mentre la devastante pandemia di COVID-19 riporta molti in povertà in tutto il mondo, l’entusiasmante notizia dalla Cina ispira il mondo a unirsi per sconfiggere il virus, sradicare la povertà in tutte le sue forme e lottare per creare un futuro di pace e prosperità per l’umanità.

A questo proposito, la Cina, sostenitrice della costruzione di una comunità con un futuro condiviso per l’umanità, continuerà a dare nuovi contributi consolidando i suoi risultati nella riduzione della povertà e migliorando ulteriormente la qualità della vita delle persone, condividendo la sua esperienza nello sviluppo e raggiungendo la prosperità comune con il resto del mondo. 

Altre News

Articoli Correlati