Pil. Brunetta (FI). L’Italia di Renzi è ferma a causa di Renzi. Record debito pubblico

0
913

Agenpress – “È sotto gli occhi di tutti, dopo le stime dei principali istituti di previsione nazionali e internazionali, ma soprattutto alla luce dei dati Istat, che l’economia italiana quest’anno non crescerà oltre lo 0,7%. Perché ostinarsi a negare l’evidenza?”. E’ quanto sottolinea Renato Brunetta, il capogruppo di Forza Italia alla Camera, prevedendo una crescita reale non superiore allo 0,7% e una inflazione pari a zero.

“Aspettiamo il ministro Padoan alla prova del Documento di economia e finanza del 27 settembre. Oggi ci dice che le stime del governo in quella sede saranno migliori di quelle di Confindustria, che prevede per il 2016 un Pil a +0,7%. Evidentemente il ministro, per assecondare la volontà del suo presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha intenzione di inserire anche quest’anno dati gonfiati”.

“Questo significa che bisognerà ricalcolare il rapporto deficit/Pil e debito/Pil del 2016, e che, per rispettare gli impegni presi con Bruxelles, a ottobre servirà una manovra correttiva di circa 30 miliardi di euro”, afferma ancora. “Unico risultato del governo da quando si è insediato: portare a livelli record il debito pubblico, che a luglio 2016 ha toccato quota 2.252 miliardi: 145 miliardi in più rispetto a febbraio 2014. Questi sono Renzi e Padoan. Gli italiani lo hanno capito”. “Aumenta il deficit e aumenta il debito. Siamo al disastro economico”, insiste. “Disastro, disastro, disastro, l’Italia di Renzi è ferma a causa di Renzi”.

Commenti
loading...