Caserta. La Polizia sequestra droga e soldi. Coisp: “Grazie solo alla professionalità dei poliziotti”

0
1230

Agenpress. È di questi momenti la notizia che personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Santa Maria Capua Vetere, al termine di una brillante  operazione di polizia giudiziaria, ha sequestrato un ingente quantitativo di  droga e soldi provento della illecita attività .

Giuseppe Raimondi, Segretario Generale Regionale del Sindacato Indipendente di Polizia Coisp, ha così  commentato la notizia :” Faccio innanzitutto i complimenti  ai poliziotti , ai colleghi del Commissariato di Santa Maria Capua Vetere,  che con la loro professionalità hanno portato a termine una brillante operazione di polizia col sequestro di droga e soldi.  La domanda però  nasce spontanea: fino a quando si potrà  andare avanti contando solo ed esclusivamente sullo spirito di abnegazione, il senso del dovere e l’elevata  professionalità di donne ed uomini della Polizia di Stato e di tutto il Comparto Sicurezza in generale? Fino a che punto un manipoli di poliziotti si potrà  sostituire allo Stato?”

Gli fa eco il Segretario Generale Provinciale di Caserta Claudio Trematerra il quale commenta :”Sono anni che  insieme a Raimondi denunciamo  il fallimento del tanto decantato Modello Caserta; nell’ultimo  dossier inviato  sia al Questore  della provincia di Terra di Lavoro  che ai vertici del Dipartimento  abbiamo evidenziato come i numeri inchiodino il Governo alle proprie responsabilità. Uffici centrali e distaccati della provincia casertana che rispetto a piante organiche ormai datate, portano avanti le loro attività  con la metà  degli uomini necessari, senza veicoli per il controllo  del  territorio,  senza mezzi , senza divise e principalmente  senza soldi. Uomini e donne con età  media intorno ai cinquanta anni che devono fronteggiare  quotidianamente l’emergenza  criminalità,  l’emergenza  immigrazione, nonché  l’ordinaria attività  amministrativa . È  per questi motivi che il nostro plauso va ai colleghi che hanno portato a termine l’operazione, perché nell’ordinarietà, con uomini mezzi  e risorse a disposizione, non avrebbe nulla di eccezionale, ma che fatta con le attuali risorse assume un valore ed un significato straordinari.”

“A breve- concludono i leader regionale e provinciale del sindacato di polizia Coisp – si insedierà il nuovo Questore  di Caserta a cui ripeteremo per l’ennesima  volta  le problematiche che affliggono  gli uffici, con la speranza che sia la volta buona. Sicuramente, conoscendo la sensibilità del Questore Messina – conclude Trematerra -, i colleghi saranno ricompensati adeguatamente,  gratificandoli per come meritano.”

Commenti