Scotto (Sinistra Italiana): da Lorenzin risposta fumosa

0
985

Agenpress. La risposta della ministra Lorenzin alla nostra interpellanza che chiedeva di aumentare le risorse per i nuovi Lea e per il Fondo Sanitario Nazionale è fumosa. Nulla rispetto al DEF e alla prossima legge di bilancio. Neanche un impegno. Eppure il rischio che la sanità collassi è reale.

Lo afferma Arturo Scotto, capogruppo di Sinistra Italiana, in Aula a Montecitorio nel corso della replica alla ministra Lorenzin durante il Question Time di Sinistra Italiana.

Meno sanità significa meno salute per chi ha difficoltà economiche. 11 milioni di italiani che non si curano più. Dato in costante aumento, prosegue il capogruppo di Sinistra Italiana. Alla sanità mancano 4 miliardi all’appello e questo si traduce in liste di attesa interminabili, taglio dei posti letto e chiusure degli ospedali in nome di una razionalizzazione che punisce i cittadini. Dalla ministra avremmo voluto ascoltare alcune parole molto semplici: mi dimetto. Dimissioni dovute vista l’incapacità del governo di rispondere ai tanti malati o ai tanti che non si curano più. Ma soprattutto per la campagna sul Fertility Day che ha offeso tante donne.

La ministra usa lo Stato forte sulle scelte personali e non ostacola il ricorso al mercato per le cure sanitarie. Il Governo abbandoni le politiche di tutela della salute dei cittadini subalterne alle compatibilità di bilancio e doti il servizio sanitario nazionale di risorse congrue per garantire il diritto costituzionale alle cure e alle prestazioni senza che questo dipenda dalle risorse disponibili, conclude Scotto.

Commenti
loading...