Siae e Coldplay: decisione a breve dell’Antitrust

0
1637

Agenpress. La Siae ha presentato oggi un ricorso d’urgenza al tribunale civile, sul caso della rivendita dei biglietti dei concerti, il cosiddetto secondary ticketing, per tutelare sia i diritti dei propri associati che dei consumatori.

“Bene, era ora che anche la Siae si muovesse. Condividiamo la loro iniziativa. Ricordiamo che la nostra associazione, fin da maggio, ha presentato un esposto all’Antitrust per pratica commerciale scorretta e tra poco sapremo se sarà accolta la nostra tesi. Ticketone, infatti, non garantisce la parità di condizione tra gli utenti e non fornisce al consumatore corrette informazioni circa la reale disponibilità di biglietti” afferma Massimiliano Dona, Segretario dell’Unione Nazionale Consumatori.

“E’ inaccettabile che per i consumatori sia impossibile acquistare i biglietti per eventi musicali o sportivi  a pochi minuti dal momento di apertura della vendita” prosegue Dona.

“Il problema è che sul sito internet www.ticketone.it mancano strumenti tecnici idonei ad evitare l’acquisto massivo di tagliandi con modalità fraudolente. L’assenza di procedure di sicurezza e di controlli informatici determinano una disparità di trattamento a danno del consumatore che vuole acquistare online sulla piattaforma. La mancanza di un software identificativo dell’utente  permette, a coloro che usano robot informatici, di acquistare grandi quantità di biglietti, in brevissimo tempo, che poi vengono rivenduti nel mercato del secondary ticketing a prezzi molto più alti” conclude Dona.

L’associazione ricorda che i Coldplay sono solo gli ultimi di una lunga serie, da Bruce Springsteen, con oltre 40mila tagliandi venduti nel giro di 1 minuto ai Red Hot Chili Peppers.

Commenti
loading...