Thailandia. E’ morto dopo 70 anni di regno il re Bhumibol Adulyadej. Un anno di lutto nazionale

937

Agenpress – Bhumibol Adulyadej, re di Thailandia,  si è spento a 88 anni “serenamente” alle 15:52 ora locale (le 10:52 in Italia) di oggi  13 ottobre nell’ospedale Siriraj di Bangkok, dove era ricoverato da oltre un anno. Il suo regno, durato settant’anni, è stato il più longevo al mondo.

A dare la notizia ufficiale è stato il Primo Ministro tailandese, il Generale Prayut Chan-o-cha, con un messaggio trasmesso da tutte le televisioni del Paese. Le voci sulla morte del sovrano, fra smentite e falsi allarmi, si erano rincorse per tutto il pomeriggio sui social network, mentre migliaia di persone continuavano a pregare nei templi della capitale e nel cortile dell’ospedale.

Come successore è stato nominato il figlio, il 63enne principe Maha Vajiralongkorn. “Il team medico ha fatto tutto il possibile per salvarlo, ma il suo stato di salute è peggiorato”, si legge in una nota ufficiale.

Figura unificante e universalmente rispettata da qualsiasi parte politica, è riuscito a mantenere il suo Paese – governato da una giunta militare – indipendente, prospero e relativamente stabile.

Con i suoi 70 anni di regno, Bhumibol era il sovrano più longevo in carica nel mondo. Salito al trono giovanissimo il 9 giugno 1946, dopo la tragica e misteriosa morte del fratello maggiore Ananda Mahidol, ucciso nel suo letto a soli 20 anni, Re Bhumibol si è guadagnato l’amore e la venerazione dei tailandesi, che lo hanno sempre considerato un semidio, incarnazione dello spirito stesso della nazione.

Bhumibol regnava col titolo di “Rama IX” dal 1946, ed era il sovrano da più tempo sul trono al mondo, nonché l’unico re mai conosciuto dalla stragrande maggioranza dei thailandesi.

Re Bhumibol era diventato una figura di riferimento e una fonte di stabilità per un Paese che ha avuto più di una dozzina di colpi di Stato da quando lui salì al trono, a soli 18 anni.

La Thailandia osserverà un anno di lutto nazionale per la scomparsa di re Rama IX, Bhumibol Adulyadej. Lo ha appena annunciato in tv il primo ministro Prayuth Chan-ocha, in un discorso tenuto pochi minuti dopo l’annuncio del decesso. La scomparsa di re Bhumibol è “la più grande perdita nella storia della Thailandia”, ha detto in un discorso televisivo il primo ministro, lodando il sovrano per il suo impegno verso lo sviluppo del Paese negli ultimi 70 anni, e aggiungendo che gli auspici e le preghiere della popolazione durante l’ultimo periodo di vita di Bhumibol “aiuteranno la sua anima a riposare in pace”

Commenti
loading...