Nato. Gasparri (FI). L’ostilità alla Russia, appoggiata da Renzi, sta creando danni alle economie occidentali

757
Maurizio Gasparri

Agenpress – “Siamo di fronte a una strategia temeraria e provocatoria che l’Italia deve fronteggiare in tutte le sedi perché la Russia rappresenta un baluardo contro l’offensiva del terrorismo islamico, che sta contrastando con una decisione e un coraggio che il mondo occidentale ignora”

E’ quanto ha detto il sen. Maurizio Gasparri (FI), per il quale “l’ostilità alla Russia sta poi creando danni alle economie occidentali e a tante imprese italiane penalizzate dalle sanzioni assurdamente condivise dal governo Renzi.

Dobbiamo discutere con immediatezza in Parlamento, e non dopo il referendum del 4 dicembre, della decisione di mandare militari italiani in Lettonia. Questa operazione va cancellata dall’agenda perché rappresenterebbe un’inutile provocazione. I militari li dobbiamo usare per bloccare gli immigrati che ci invadono nel Mediterraneo. Invece usiamo la Marina per imbarcare clandestini e terroristi e i soldati contro la Russia: una strategia di difesa demenziale. Questo è il governo Renzi, e nessuna propaganda sulla legge di bilancio potrà cancellare la verità”, ha aggiunto Gasparri, convinto, inoltre, che “per sostenere la campagna elettorale di Hillary Clinton, Obama sta determinando una grave crisi internazionale con una condotta irresponsabile. La cyber-guerra nei confronti della Russia è un’iniziativa priva di senso. Così come la decisione di dislocare truppe della Nato in Lettonia per fronteggiare inesistenti offensive russe, o riaprire la polemica sulla Crimea che fa parte della Russia prima ancora che il Texas entrasse a far parte degli Stati Uniti”.

Commenti
loading...