Il guru americano Jim Messina fa togliere a Renzi la bandiera dell’Unione Europea

2213

Agenpress – Matteo Renzi, in vista del referendum costituzionale, continua a fare lo “spiritoso” con l’Europa. In tutte le conferenze e video-chat a cui ha partecipato sono scomparse le  bandiere dell’Unione Europea. Solo quelle tricolori italiane. L’ultimo esempio durante il filo diretto con i cittadini dal titolo #matteorisponde di mercoledì sera dove, alle spalle del Premier, che si trovava nel suo ufficio di Palazzo Chigi, in Piazza Colonna, erano presenti ben sei bandiere italiane.

Voci di corridoio dicono sia stato Jim Messina, il guru americano assunto da Matteo Renzi alcuni mesi fa (al costo di 400 mila euro) in vista della campagna referendaria a trovare quest’ultima “carnevalata” del premier.

Messina ha ordinato a  Renzi di spogliarsi  “dall’abito di establishment che indossa da quando è al governo”. Dalle riunioni con il suo staff sarebbe, infatti, emerso che “l’unico modo per vincere al referendum è riuscire a identificarsi con l’anti-sistema, la forza del cambiamento rispetto a un sistema che ha governato in Italia negli ultimi trent’anni”.

Le critiche non si sono fatte attendere molto. Enrico Rossi, presidente della Regione Toscana e candidato alla segreteria nazionale del Pd, ieri ha postato su Facebook un post furioso: “Pare che su consiglio del guru Jim Messina la presidenza del Consiglio abbia deciso di togliere la bandiera europea e lasciare solo quella italiana. Sarebbe bastato qualsiasi studente della generazione Erasmus a spiegare che trattasi di una cazzata”.

Da settimane Renzi ha ingaggiato un braccio di ferro con i vertici dell’Unione europea. Sul tavolo c’è la legge di Bilancio che Bruxelles non considera in linea con le regole comunitarie perché sforerebbe più del consentito il patto di Stabilità. In realtà, oltre a non riuscire a far quadrare i conti pubblici del Belpaese, il premier sta cercando di porsi in una posizione di forza rispetto all’Ue per non dare di sé un’immagine di galoppino dell’Europa. Troppo tardi. Anche perché quello di Renzi non è un risveglio di coscienza, dopo anni di ossequi alla cancelliera Angela Merkel, ma una mossa elettorale”.(Il Giornale)

Commenti
loading...