Nasce il nuovo governo Gentiloni. Tutti hanno giurato davanti a Mattarella. Martedì il voto di fiducia

1137

Agenpress –  E’ nato il nuovo governo Gentiloni, il numero 64 della storia repubblicana. Il nuovo premier e tutti i ministri hanno giurato davanti al presidente della Repubblica.

Martedì mattina, alle 11, ci sarà il primo voto di fiducia, alla Camera; entro mercoledì sarà calendarizzato anche quello del Senato. In ogni caso, effettuato il giuramento il governo è già entrato nella pienezza dei suoi poteri.

Anna Finocchiaro entra nel governo come ministro delle Riforme, sostituendo quindi Maria Elena Boschi, mentre all’Istruzione arriva Valeria Fedeli al posto di Stefania Giannini, unica “bocciata” del governo Renzi. All’Interno arriva Marco Minniti, che sostituisce Alfano andato agli Esteri

Gianluca Galletti resta all’Ambiente. La senatrice Anna Finocchiaro ai Rapporti con il Parlamento, Luca Lotti al nuovo ministero dello Sport. Maria Elena Boschi sottosegretario alla presidenza del Consiglio.

Restano al loro posto il ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan, quello della Giustizia Andrea Orlando, Marianna Madia alla Pubblica Amministrazione, Federica Pinotti alla Difesa, all’Agricoltura Maurizio Martina, all’Ambiente Gian Luca Galletti, alle Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio, Carlo Calenda allo Sviluppo Economico, alla Salute Beatrice Lorenzin, al Lavoro Giuliano Poletti, ai Beni Culturali Dario Franceschini, agli Affari Regionali Enrico Costa.

Restano nel governo ma cambiano “poltrona” Maria Elena Boschi e Angelino Alfano che, rispettivamente passano dal ministero per le Riforme alla carica di Sottosegretario alla Presidenza, e dal ministero dell’Interno a quello degli Esteri. “Promozione” per Claudio De Vincenti e Luca Lotti: entrambi da Sottosegretari passano a ricoprire la carica di ministri, rispettivamente, della Coesione territoriale e Sud e dello Sport.

 

 

 

 

Commenti
loading...