Ue. Bando di 50 milioni di euro per progetti che aiutano le città a risolvere le sfide urbane

0
865

Agenpress. A Vienna è stato creato uno sportello unico di servizi pubblici che orienta i migranti nel loro percorso di integrazione nella città. A Madrid sono stati istituiti quattro poli in quartieri caratterizzati da tassi di disoccupazione elevati per creare posti di lavoro nei settori dell’energia, della mobilità, del riciclo e dell’alimentazione promuovendo al contempo l’economia solidale.

Si tratta di due dei diciotto progetti vincitori del primo bando Azioni urbane innovative, pubblicato l’anno scorso. La Commissione lancia oggi un secondo bando per premiare i progetti più innovativi promossi dalle città stesse.

La Commissaria per la Politica regionale Corina Crețu ha dichiarato: “Con quest’iniziativa offriamo alle città gli strumenti per trasformare le loro idee in azioni concrete che possiamo poi condividere a livello europeo. Sappiamo infatti che le soluzioni alle sfide più pressanti – la disoccupazione, l’esclusione sociale, il cambiamento climatico, per citarne solo alcune – proverranno dalle città stesse. L’agenda urbana è precisamente intesa a dare loro voce.”

Con un bilancio di 50 milioni di euro a titolo del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), il nuovo bando premierà i progetti più innovativi in tre categorie, coerentemente con le priorità dell’agenda urbana per l’UE:

  • integrazione dei migranti
  • mobilità urbana
  • economia circolare

Il bando è valido da oggi fino a metà aprile 2017.

Commenti