Bagdad. Due bombe, due esplosioni, in un mercato. 28 morti,  decine i feriti. Al Bagdadi ancora vivo

0
719

Agenpress – L’Isis ha rivendicato il doppio attentato avvenuto stamane a un mercato di Baghdad e nel quale sono morte almeno 28 persone e altre 54 sono rimaste ferite. La rivendicazione è contenuta in un comunicato postato dall’agenzia Aamaq dello Stato islamico nel quale si afferma che le due esplosioni sono state provocate da due kamikaze.

Il duplice attentato, riferiscono diversi media, è avvenuto nelle prime ore del mattino quando il mercato è molto affollato. Pochi ancora i dettagli sulla dinamica, ma un portavoce della polizia ha riferito che la prima esplosione è stata provocata da una bomba piazzata lungo la strada; subito dopo un kamikaze si è fatto esplodere in mezzo alla folla. Al momento, il bilancio delle vittime varia tra 18 e 23.

Il leader dell’Isis, Abu Bakr al Baghdadi, è ancora vivo nonostante i ripetuti sforzi della coalizione a guida Usa di ucciderlo e le voci circolate a inizio dicembre che lo davano per morto.

Lo ha detto il portavoce del Pentagono, Peter Cook, alla Cnn. Secondo Cook, le agenzie di sicurezza Usa “pensano che Baghdadi sia vivo e guidi ancora” lo Stato Islamico.

“Siamo ovviamente facendo tutto il possibile per tracciare i suoi spostamenti. Se ne avremo l’opportunità tenteremo in ogni modo di processarlo come merita. Stiamo facendo il possibile e stiamo impiegando molto tempo su questo fronte”, ha detto Cook. A inizio mese, gli Usa hanno raddoppiato la taglia su Baghdadi portandola a 25 milioni di dollari. Non è chiaro se il leader si nasconda a Baghdad, dove proclamò il califfato nel 2014. L’ultima apparizione, solo vocale, è stata in un video messaggio a novembre dove incitava i suoi a combattere per difendere la capitale irachena.

Commenti
loading...