Libia. Il governo di Fayez al Sarraj è al comando, nessun golpe  a Tripoli

0
937

Agenpress – Il governo di Fayez al Sarraj è al comando, nessun golpe quindi a Tripoli. E’ questa l’ultima delle notizie in arrivo dalla Libia, dopo una serie di conferme e smentite circa un colpo di stato condotto dall’ex premier Khalifa Ghwell.

“Quello che è accaduto è una bufala, stanno solo cercando di seminare il caos ma non hanno i mezzi per prender eil controllo”: con queste parole il portavoce del governo libico di Sarraj, Ashraf Tulty, fa chiarezza sugli scontri avvenuti a Tripoli con le milizie di Khalifa Ghwell.

Anche l’ambasciatore italiano a Tripoli, Giuseppe Perrone, smentisce qualunque tentativo di colpo di Stato: “Non mi risulta alcun golpe in atto, le sedi istituzionali nelle quali opera il governo di accordo nazionale sotto la guida di Sarraj continuano a lavorare” ha detto  il diplomatico.

“No mi risultano scontri in città, sembra che ci siano dei movimenti di uomini vicini a Ghwell in alcuni uffici, più che in sedi del governo” ha aggiunto l’ambasciatore spiegando, inoltre, che “il ministero della Difesa che Ghwell ha annunciato di aver occupato non è più in quella sede, è stato trasferito da tempo in un altro edifico” e “tutte le sedi istituzionali sono operative”.

Secondo Ghwell il governo guidato da Sarraj e sostenuto dall’Onu è “andato di male in peggio” nel corso dell’ultimo anno ed è stato “un fallimento”. Per questo l’ex premier aveva annunciato un vero e proprio golpe in atto in città sostenendo di aver occupato con le sue milizie tre ministeri sottraendoli alle forze governative: Ghwell si era detto certo dle ritorno al potere del suo governo.

Ma il il portavoce del premier in carica nega colpi di Stato: “Stanno cercando di seminare il caos, ma non hanno i mezzi per prendere il controllo” afferma Ashraf Tulty che aggiunge: “Quello che è accaduto è una bufala, stanno cercando di sabotare l’unico governo riconosciuto a livello internazionale in Libia”. Il portavoce di Sarraj ha inoltre specificato che le sedi dei ministeri che le forze di Ghwell avevano annunciato di aver occupato non sono sotto il controllo del governo o sono in fase di ristrutturazione.

 

Commenti
loading...