UNC: consumi alimentari -1,9% su base annua. Dal 2007 gli italiani mangiano di meno

719

Agenpress. Secondo i dati resi noti oggi dalla Confcommercio, l’indicatore dei Consumi Confcommercio (ICC) ha registrato a dicembre 2016 una crescita dello 0,3% rispetto a novembre e dello 0,5% su base annua. Una ripresa giudicata lenta.

“Il dato più preoccupante tra quelli resi noti oggi dalla Confcommercio è quello relativo ai consumi alimentari, che a dicembre scendono dell’1,9% in termini tendenziali. Se si considera che sono spese obbligate, si tratta di un vero e proprio tracollo che indica la difficoltà delle famiglie ad arrivare a fine mese. Inoltre, cosa ancora più grave, è un peggioramento rispetto al 2015, quando i consumi alimentari erano rimasti stabili, interrompendo una discesa che durava ininterrottamente dal 2007. Insomma, se nel 2015 si intravedeva un’uscita dal tunnel, ora ci stiamo rientrando” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

L’associazione di consumatori ricorda che, secondo l’ICC della Confcommercio, è dal 2007 che gli italiani mangiano di meno: -1,1% nel 2014, -3,8% nel 2013, -3% nel 2012, -1,8% nel 2011, -0,7% nel 2010, -3,1% nel 2009, -3,3% nel 2008, -1,4% nel 2007.

Commenti
loading...