Yemen. Governo nega di aver mai chiesto agli Usa di sospendere raid anti-terrorismo

0
647

Agenpress –  Il governo yemenita ha negato di aver chiesto agli Usa di sospendere le loro operazioni di terra nel Paese dopo un raid contro Al Qaida in cui il 28 gennaio erano rimasti uccisi anche diversi bambini e donne, oltre ad un Navy Seal Americano.

Il ministro degli Esteri Abdul-Malik al Mekhlafi, citato dall’AP, ha precisato che il governo ha solo chiesto un “riesame” congiunto dell’attacco compiuto, ma che allo stesso tempo “lo Yemen continua a cooperare con gli Usa e continua a rispettare gli accordi” relative alle operazioni anti-terrorismo.

Secondo alcune voci, infatti, lo Yemen avrebbe chiesto  agli Stati Uniti l’autorizzazione a compiere raid sul terreno. La decisione arrivava, appunto,  dopo le durissime polemiche in seguito alla morte di 16 civili nel blitz del 29 gennaio nella provincia di Al-Bayda. Il commando di Navy Seals, appoggiato da droni ed elicotteri Apache, era sbarcato in un piccolo villaggio dove si sospettava ci fossero i più importanti leader di Al-Qaeda nella Penisola arabica.

Commenti
loading...