Confeuro: “L’Inps si schiera contro gli agricoltori”

1165

Agenpress. Ancora una volta l’esecutivo non ha perso l’occasione di schierarsi contro gli agricoltori e i cittadini. In questo caso ha scelto di farlo attraverso l’adozione dal 1° Marzo dello Spid (un ennesimo passaggio nella pubblica amministrazione) e mediante nuovi ostacoli da porre davanti alle strutture di patronato che in questi anni sono riuscite a far rispettare i diritti dei cittadini.

Con lo Spid diverrà ancora più complesso ottenere il pagamento delle proprie prestazioni; ed è per questo che consigliamo ai braccianti agricoli di effettuare le domande prima del 29 Febbraio 2017.

L’attività dell’inps è ormai chiaramente orientata ad ostacolare tutte quelle strutture di rappresentanza e di tutela dei diritti dei cittadini, mentre nel contempo continua ad essere inadempiente e inefficace in quello che dovrebbe essere il so ruolo operativo. C’è però un passaggio che come Ufficio di Coordinamento Confeuro sentiamo la necessità di sottolineare: non accetteremo ulteriori campagne denigratorie mirate a colpire i cittadini, i lavoratori e il lavoro.

Questo governo infatti, proprio come i precedenti, sta continuando progressivamente con la svendita dei patrimoni pubblici nazionali da regalare alle multinazionali così da favorire i profitti di speculatori di ogni genere.

Tutto questo è oggettivamente inaccettabile e lesivo dei valori costituzionali che, nonostante l’opinione del governo, sono ancora alle fondamenta del nostro sistema paese.

Commenti
loading...