Rho, Città della Pace, unico comune italiano ad avere un Mandala

910

Agenpress. Questa mattina è avvenuta l’emozionante cerimonia per la donazione del Mandala dedicato ad Avalokiteshvara (il Buddha della Compassione), realizzato dai monaci del Monastero di Namgyal a Dharamsala, il Monastero di Sua Santità il XIV Dalai Lama Tenzin Gyatzo,  Cittadino Onorario della Città di Rho.

La donazione del Mandala rappresenta un evento storico, unico nel suo genere: Rho è infatti il primo comune ad accogliere questo straordinario messaggio di pace e di di compassione.

Alla cerimonia hanno partecipato il Sindaco di Rho Pietro Romano, insieme alla Giunta, al Presidente del Consiglio Comunale Vittorio Isidoro  e a numerosi Consiglieri Comunali, il  Ven. Thamthog Rinpoche, guida spirituale di Ghe Pel Ling – Istituto Studi di Buddhismo Tibetano a Milano e abate del Monastero di Namgyal, Giovanna Giorgetti dell’Istituto Ghe Pel Ling, Giorgio Raspa, presidente dell’UBI – Unione Buddhista Italiana, Stefano Bettera, consigliere delegato al coordinamento dei Centri UBI dell’Italia Settentrionale.

Il Mandala, fatto con sabbie colorate, è dedicato ad Avalokiteshvara, la rappresentazione della Grande Compassione impersonificata, secondo la cultura tibetana, dallo stesso Dalai Lama, a cui sarà portato nei prossimi giorni.

E’ stato realizzato nell’atrio del Palazzo Comunale in occasione della visita di Sua Santità il XIV Dalai Lama Tenzin Gyatzo a Rho – Fiera il 21 e 22 ottobre 2016 ed è stato donato eccezionalmente al Comune di Rho da Ghe Pel Ling – Istituto Studi di Buddhismo Tibetano di Milano.

Adesso il Mandala è posizionato nel Palazzo Comunale al primo piano di fronte alla Sala del Consiglio, dove il 28 settembre 2016 il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità il conferimento della cittadinanza onoraria a Sua Santità il XIV Dalai Lama Tenzin Gyatzo.

La cerimonia ha ricevuto il patrocinio dell’UBI – Unione Buddhista Italiana.

Il Sindaco di Rho, Pietro Romano, commenta:

Ringrazio l’Istituto Ghe Pel Ling e il ven. Thamthog Rinpoche per il Mandala donato al Comune di Rho in ricordo della visita di Sua Santità il XIV Dalai Lama, Tenzin Gyatso. Sono ancora vive la commozione e l’emozione delle ore trascorse al suo fianco durante l’assemblea pubblica di ottobre. Dopo un gesto così generoso abbiamo voluto dedicare questa breve cerimonia per dare importanza al significato di pace, che il mandala trasmette. Ci auguriamo che Rho – città della pace – possa ricevere forza da questi messaggi. ’”

Dopo i ringraziamenti di Giorgio Raspa, presidente dell’UBI, la parola è passata al ven. Thamthog Rinpoche, che ha ringraziato il Sindaco di Rho e i suoi cittadini per la grande ospitalità e disponibilità all’incontro di ottobre e ha espresso la sua profonda gratitudine. La costruzione del mandale segue una procedura definita in tutti i suoi particolare e simboleggia la formazione dell’universo. la sua successiva distruzione indica la transitorietà dell’universo. La permanenza eccezionale del mandala a Rho  costituisce un fatto unico e contiene in sé il messaggio duraturo della pace e il seme potenziale dell’amorevole gentilezza e compassione.

La cerimonia è terminata con la benedizione del Mandala.

A lato del Mandala è stata posizionata anche la piastrella intera di Piazza Costellazione, che il Dalai Lama ha firmato il 22 ottobre 2016 durante la sua visita a Rho– Fiera lasciando un messaggio a tutti i cittadini rhodensi:

(testo tradotto)

“Tutto sia virtuoso

Monaco della tradizione  Shakyamuni Buddha

Il Dalai Lama”

Oltre alla piastrella intera che sarà posi collocata nell’ufficio del Sindaco, il Dala Lama ha firmato una seconda tessera più piccola che sarà posizionata in piazza Costellazione in un momento successivo.

Commenti
loading...