Renzi. Ora mi diverto e presento querele a chi insulta. Su mozione Lotti, M5S ha preso una sonora libecciata

0
693

Agenpress –  “Non avendo più responsabilità istituzionali, ho deciso anche io di farmi sentire: nelle prossime ore depositerò alcune querele molto corpose anche come richiesta di risarcimento danni contro chi in questa fase politica continua a insultare, offendere e denigrare. Da premier ho sempre evitato, ora nelle prossime settimane mi divertirò anche io: se dici una cosa che non sta né in cielo né in terra vieni in tribunale e ne rispondi”. Lo dice Matteo Renzi nel corso della diretta #Matteorisponde.

Mozioni di sfiducia come quella contro Luca Lotti “il M5s le fa solo per trovare un po’ di spazio sui giornali, poi prende delle sonore libecciate. E’ stata una mozione di sfiducia respinta con perdita da parte dei Cinque stelle”, dice ancora Renzi.

“Rivolgo a un appello a Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista perché rinuncino all’immunità parlamentare e si facciano processare sulle querele ricevute, avendo insultato delle persone è giusto che ne rispondano. Come su Stefano Graziano, accusato in modo vergognoso di essere un politico legato ai camorristi”.

“Il Partito socialdemocratico tedesco ha chiesto a Facebook un ufficio per controllare le notizie false. Mi sembra un’idea interessante, non so se la soluzione migliore sia quella tedesca. Ma penso che una soluzione vada trovata a livello europeo e possa essere condivisa da tutte le forze politiche. E’ uno dei punti qualificanti del dibattito politico dei prossimi anni”, continua Renzi nel corso della diretta #Matteorisponde.

 

Commenti
loading...