Legittima difesa. De Lieto (LI.SI.PO). Controllate bene gli orologi

739

Agenpress – Siamo veramente all’assurdo, anzi no, siamo al ridicolo. Ai delinquenti che entrano nelle case, per rubare, stuprare, forse uccidere, si può avere una “forte” reazione, solo di notte. Oramai, ed è da molto, le rapine nelle case si fanno anche di giorno, tanto i delinquenti hanno arroganza, menefreghismo e la quasi certezza di “farla franca”, da vendere e certamente la legge sulla legittima difesa, approvata dalla Camera, li farà sganasciare dal ridere. – Così ha dichiarato il Presidente Nazionale del Libero Sindacato di Polizia (LI.SI.PO.), Antonio de Lieto – Appare chiaro che nessuno aspira a fare il “pistolero”, ma tutti vorrebbero che lo Stato funzionasse e che il bene “sicurezza” venisse garantito dalle Istituzioni. Leggi durissime, delinquenti in galera, cittadini tutelati veramente e concretamente dallo Stato, come sarebbe più che giusto, in un Paese che si chiama Italia e che non ha nulla a che fare con il Far-West. Ora – ha continuato de Lieto – anche tanti che hanno votato la riforma della “legittima difesa” si sono accorti del pasticcio che sono stati capaci di realizzare e tutto fa ritenere che si cercherà di rimediare. Lo Stato, a giudizio del Libero Stato di Polizia (LS,, deve tutelare h\24 i cittadini e sbattere in galera i delinquenti e certamente, non rimetterli in libertà, un minuto dopo. Pugno duro e certezza della pena, sono punti essenziali, nella lotta al crimine. Un criminale entra in casa altrui e non si può imporre il “bilancino” o l’orologio, ai proprietari. “Legittima difesa”: serve una norma chiara – ha concluso il leader del LI.SI.PO. – che non lasci dubbi di interpretazione e che tuteli veramente i cittadini.

Commenti
loading...