Consip. Indagato per depistaggio il vice capo del Noe. Renzi: “Nessuno ha da dire nulla? tutti zitti adesso?”

1237

Agenpress – Alessandro Sessa, vicecomandante del Noe dei Carabinieri è finito sotto inchiesta per depistaggio.  Secondo il procuratore capo Giuseppe Pignatone e il procuratore aggiunto Paolo Ielo avrebbe detto informazione false nel suo precedente interrogatorio di maggio. Sessa, infatti, aveva detto di essere venuto a conoscenza dell’inchiesta Consip il 6 novembre scorso perché informato dal capitano del Noe Scafarto. In realtà il contenuto di alcuni messaggi attraverso whatsapp, dimostrerebbe che il vice comandante del Noe era venuto a conoscenza dell’indagine sui vertici di Consip già a giugno del 2016.

Ascoltato già a maggio come persona informata sui fatti, oggi il colonnello torna davanti ai pm Paolo Ielo e Mario Palazzi, titolari dell’indagine, da indagato. Ed è proprio dopo quanto detto durante lo scorso interrogatorio, che i magistrati romani hanno deciso di ipotizzare il reato nei suoi confronti.

Gli viene contestata una circostanza riferita quando è stato sentito lo scorso maggio come persona informata sui fatti: in quell’occasione aveva riferito di aver informato dell’indagine il suo superiore Sergio Pascali dopo il 6 novembre. Secondo i magistrati quella comunicazione sarebbe avvenuta invece a giugno.

E’ stato ascoltato dai pm anche il capitano del Noe, Giampaolo Scafarto, indagato per falso nell’ambito dell’inchiesta. Già interrogato il 10 maggio scorso, gli viene contestato di aver riferito in un’informativa della presenza di soggetti legati ai servizi segreti nel corso di accertamenti svolti nell’inchiesta nonché di aver attribuito all’imprenditore Alfredo Romeo una frase – intercettata nel dicembre scorso – che sarebbe stata invece pronunciata da Italo Bocchino (“…Renzi l’ultima volta che l’ho incontrato”).

Immediata la reazione di Matteo Renzi.  “Oggi bisognerebbe dare sfogo alla rabbia. All’improvviso scopri che nella vicenda Consip c’è un’indagine per depistaggio, reato particolarmente odioso, e ti verrebbe voglia di dire: ah, e adesso? Nessuno ha da dire nulla? tutti zitti adesso?”.

Commenti
loading...