Bruxelles. L’attentatore non aveva una cintura esplosiva, ma una borsa con chiodi e bombolette di gas

657

Agenpres – Il sospetto terrorista-kamikaze ucciso ieri dalle forze di sicurezza alla Gare Centrale di Bruxelles non indossava una cintura esplosiva e non era conosciuto per vicinanza ad ambienti terroristici. Lo ha reso noto il portavoce della procura federale Eric Van Der Sypt.

Nella borsa del terrorista di Bruxelles c’erano chiodi e bombolette di gas, ha aggiunto  il procuratore spiegando che l’attentatore non è riuscito nel suo intento di far esplodere l’ordigno, “ma è chiaro che voleva fare molti più danni. La borsa è scoppiata due volte, ma poteva andare molto peggio”.
L’attentatore  ha urlato ‘Allahu Akbar’ mentre, dopo la prima parziale esplosione, correva verso un soldato.

Van Der Sypt, ha ricostruito la dinamica dei fatti accaduti ieri sera alla Gare Centrale della capitale belga. “Il sospetto kamikaze  è entrato in stazione attraversando la sala dove si trovano le biglietterie ed è poi sceso verso i binari che passano nel sottosuolo avvicinandosi a un gruppo di persone. Qui è avvenuta la prima debole esplosione e la sua valigia ha preso fuoco senza causare feriti. Dopo il sospetto si è mosso alla ricerca del capo stazione e la sua valigia è esplosa una seconda volta. A questo punto – ha aggiunto il portavoce – l’uomo ha attaccato un militare al grido ‘Allah Akbar’: il soldato ha sparato al suo assalitore, morto in seguito alle ferite riportate”.

 

Commenti
loading...