Bambini dimenticati in auto, le soluzioni al problema proposte da tre amici di Roma

0
865

Agenpress – Purtroppo con l’avvicinarsi della stagione estiva la statistica è in forte aumento, quella relativa agli spiacevoli e tragici incidenti che riguardano la dimenticanza del bambino sul seggiolino, sul sedile anteriore o posteriore dell’auto a causa dell’amnesia dissociativa che colpisce i genitori stressati e/o disattenti.

Per fronteggiare questi spiacevoli incidenti, lo scrivente insieme a due amici di vecchia data, Walter Cillaroto e Roberto Losenno, tutti di Roma, hanno sviluppato e brevettato diverse soluzioni di seguito illustrate:

– Brevetto n 0000281427 dal titolo “Cuscinetto salva vita bambino”

L’invenzione consiste in un cuscino che avverte tramite un allarme sonoro la presenza del bimbo in auto qualora si scenda dall’autovettura senza aver portato con sé il proprio bimbo. Il cuscino è di piccole dimensioni e si appoggia sopra il seggiolino del bimbo e precisamente nella zona della seduta, o sui sedili dell’autovettura. All’interno del cuscino sono alloggiati più sensori di pressione che permettono l’azionamento dell’allarme tramite un cicalino se lo sportello del conducente viene aperto e non viene prelevato il bimbo. Essendo il cicalino dotato di propria alimentazione a batterie, non vi è la necessità di collegarlo all’accendi sigari dell’auto ne alla centralina. Il cuscino è molto sicuro in quanto ha molteplici sensori di pressione che permettono di individuare la presenza del neonato o bambino lasciato a bordo dell’autovettura e si attiva anche quando il bimbo assume posizioni di seduta non corrette. Questa invenzione funziona solo quando il bimbo è seduto in auto e non può essere disattivata dal conducente, pertanto quando sul cuscino non vi è seduto nessuno e si apre lo sportello dell’auto non verrà prodotto nessun allarme. Il cuscino ed il cicalino sono di facile istallazione e non necessitano di personale specializzato nella fase di montaggio . Il cuscino può essere prodotto in diversi materiali confortevoli alla seduta come ad esempio la spugna e può avere dimensioni variabili, lo stesso risulta essere anche di variabile personalizzazione. Non intaccando la centralina dell’auto ed avendo una propria alimentazione a batterie, il cuscino può essere utilizzato su tutti i tipi di veicoli, anche quelli più datati. È possibile collegare più cuscini tra di loro in serie per la rilevazione di più neonati o bambini in auto.

Oltre all’invenzione di cui sopra, di cui siamo già in possesso del brevetto, nei mesi scorsi abbiamo registrato presso l’UIBM le seguenti invenzioni

– Domanda di brevetto 102016000110495 per invenzione industriale dal titolo “Cuscino salva vita bambino per auto”

Questa invenzione migliora la precedente, il cuscino salva vita, anti abbandono bambino, per autoveicoli avverte della presenza del bambino nel caso si scenda dall’autovettura senza aver prelevato il bambino. E’ costituito da un cuscino in spugna, o altro materiale simile, con base di seduta rigida in plastica o di altro materiale non flessibile, all’interno del quale sono alloggiati uno o più sensori di peso o celle di carico o trasduttori di pressione o simili.

I sensori permettono l’attivazione di un cicalino che riprodurrà un allarme sonoro quando la portiera dell’auto verrà aperta e sul cuscino vi è seduto il bambino. L’allarme sonoro riprodotto dal cicalino non può essere disattivato e cesserà di funzionare solo quando il bambino verrà prelevato dal cuscino. Il dispositivo è alimentato a batterie ed è dotato di un allarme sonoro che avviserà che le stesse stanno per esaurirsi. Il dispositivo è di facile installazione e consiste in un dispositivo di sicurezza indipendente da posizionare sul seggiolino o adattatore per il trasporto del bambino in auto o direttamente sui sedili dell’auto.

– Domanda di brevetto 102016000117348 per invenzione industriale dal titolo “Seggiolino salva vita bambino per auto”

Il seggiolino salva vita, anti abbandono bambino, con allarme, per autoveicoli, avverte della presenza del bambino al momento di scendere dall’autovettura senza aver prelevato il bambino. E’ costituito da un seggiolino con pianale di seduta con uno o più sensori di peso, o celle di carico, o trasduttori di pressione o simili, fissati sulla superficie rigida di seduta; da uno strato di imbottitura preferibilmente in spugna, o altro materiale simile, fissato alla superficie rigida di seduta, con degli incavi ricavati nella base di appoggio in modo tale da attivare i sensori solo quando sul seggiolino vi è il peso del bambino; da una connessione radio stabilita tra un trasmettitore radio da collegare alla presa accendisigari o usb dell’auto ed un ricevitore radio alimentato a batterie ricaricabili incorporato nella struttura di fissaggio del seggiolino all’auto. Quando la connessione radio si interrompe a causa dello spegnimento del motore o del quadro elettrico dell’auto il ricevitore radio, alla presenza del bambino sul seggiolino, emetterà un allarme sonoro che non potrà essere disattivato e si disattiverà solo quando il bambino verrà prelevato dal seggiolino. Il ricevitore radio è alimentato a batterie ricaricabili ed è dotato di un allarme sonoro che avviserà che le stesse stanno per esaurirsi. La presente invenzione è di facile installazione e non necessita dell’intervento di un tecnico specializzato per il montaggio in auto.

– Domanda di brevetto 102017000003768 per invenzione industriale dal titolo “Rilevatore di passeggeri a bordo in auto”

Il Sistema rilevatore di passeggeri a bordo in auto, avverte della presenza di passeggeri o animali domestici al momento di scendere dall’autovettura senza averli prelevati o fatti scendere dall’auto.

Il Sistema rilevatore di passeggeri a bordo in auto è costituito da uno o più sensori rilevatori di presenza a infrarossi passivo PIR, posizionati all’interno dell’abitacolo e del vano portabagagli dell’auto; una CPU collegata all’impianto elettrico dell’auto, per la gestione dei comandi da inviare ai dispositivi di segnalazione acustica e luminosi, agli altoparlanti, ai vetri elettrici dell’auto e ad apposita spia luminosa denominata POB. Quando il Sistema rilevatore di passeggeri a bordo in auto rileverà la presenza di uno o più passeggeri o uno o più animali domestici a bordo, una CPU invierà a tutela dei passeggeri e degli animali domestici rimasti all’interno dell’auto, diversi comandi all’auto. Una CPU attiverà i dispositivi di segnalazione acustica e luminosa, gli altoparlanti, i vetri elettrici dell’auto, ed un’apposita spia luminosa denominata POB (passengers on board) idonea a segnalare al conducente la presenza di passeggeri e animali domestici a bordo dell’auto. Il Sistema rilevatore di passeggeri a bordo in auto, potrà essere interrotto nel caso di brevi soste programmate con la presenza di passeggeri o animali domestici a bordo dell’auto, premendo un apposito tasto denominato POB PAUSA. Il Sistema rilevatore di passeggeri a bordo in auto si riattiverà automaticamente all’avvio del motore comandato dal conducente dell’auto, per mezzo di uno o più input inviati dal sistema di avviamento a una CPU.

 

Alberto Parisi

Commenti