Istat: vendite luglio -0,2% su mese, stabili su anno. UNC: Paese arretra, da luglio 2008 vendite -6,3%

0
566

Agenpress -Secondo i dati Istat resi noti oggi, a luglio le vendite in valore diminuiscono dello 0,2% su giugno e restano stazionarie su luglio 2016.

“Il Paese non solo è fermo, ma arretra. Le cose, insomma, invece di migliorare, peggiorano. Dopo i dati positivi di giugno, ora le vendite scendono rispetto al mese precedente e, anche su base annua, segnano una battuta d’arresto in valore e calano dello 0,4% in volume” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Se a questo aggiungiamo che rispetto a luglio del 2008, le vendite in valore sono diminuite del 6,3%, e per i piccoli negozi del 12,7%, è chiaro che siamo ancora ben lontani dal poter dire di essere usciti dalla crisi” prosegue Dona.

“Le vendite annue sia degli ipermercati che dei supermercati segnano ancora un calo, rispettivamente dell’1,2 e dello 0,2 per cento. E’ solo l’incremento delle vendite dei discount, +2,6%, a consentire alla grande distribuzione di registrare un andamento positivo. Insomma, non c’è da stare allegri” conclude Dona.

 

 

Valore delle vendite del commercio fisso al dettaglio – base 2010 – dati grezzi

Differenza Totale Alimentare Non alimentare
Totale Grande distribu-zione Piccole superfici Totale Grande distribu-zione Piccole superfici Totale Grande distribu-zione Piccole superfici
Luglio 2017 – Lug 2016 0,0 0,3 -0,2 0,2 0,6 -0,7 -0,1 -0,1 -0,1
Luglio 2017 – Lug 2008 -6,3 3,3 -12,7 -0,9 6,2 -14,5 -8,9 -1,0 -12,2

Fonte: UNC su elaborazione dati Istat

Commenti
loading...