UE e ONU: insieme per eliminare la violenza contro le donne e le ragazze

828

Agenpress. L’iniziativa Spotlight UE-ONU è stata lanciata dall’Alta rappresentante/Vicepresidente della Commissione Federica Mogherini e dal Commissario per la Cooperazione internazionale e lo sviluppo Neven Mimica, in collaborazione con il Segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres e la Vice-segretaria Amina Mohammed.

In occasione del lancio, il Segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres ha dichiarato: “La realtà è scioccante — 1 donna su 3 sarà vittima di violenze nel corso della sua vita. La violenza contro donne e ragazze devasta vite e causa dolore in ogni fascia d’età.” E ha aggiunto: “L’iniziativa Spotlight ha una portata davvero storica”. Il Fondo rappresenta un investimento pionieristico nella parità di genere e nell’emancipazione femminile. Quando si fa luce sull’emancipazione delle donne e delle ragazze di tutto il mondo, anche il nostro futuro risulta più brillante”, ha concluso.

La violenza contro le donne e le ragazze è una delle più diffuse e devastanti violazioni dei diritti umani – ed è presente in tutto il mondo. Essa riguarda ogni società e oltrepassa ogni genere di confine generazionale, socioeconomico, educativo o geografico. Oggi, complessivamente, oltre un miliardo di vite umane subiscono violenze. Si stima che il 35% delle donne è stato vittima di violenza nel corso della propria vita – una percentuale che in alcuni paesi raggiunge addirittura il 70%.

Inoltre, più di 700 milioni di donne in tutto il mondo vengono unite in matrimonio ancora bambine, prima dei diciotto anni. Di queste, più di 1 su 3 prima dei quindici anni: si tratta di circa 250 milioni di ragazze. Almeno 200 milioni di donne e ragazze in 30 paesi hanno subito mutilazioni genitali.

Questa piaga è un ostacolo alla parità di genere, all’emancipazione di donne e ragazze e, in generale, allo sviluppo sostenibile, oltre a essere un ostacolo alla realizzazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile.

L’iniziativa Spotlight è espressione della stessa volontà politica dimostrata dalla comunità internazionale nell’adottare gli obiettivi di sviluppo sostenibile, non solo l’obiettivo 5 incentrato specificamente sulla parità di genere ma anche obiettivi quali il porre fine alla violenza contro le donne e le ragazze nonché l’integrazione della parità di genere nel quadro complessivo degli obiettivi di sviluppo sostenibile.

Il nuovo consenso europeo in materia di sviluppo e il nuovo approccio globale dell’UE allo sviluppo sostenibile negli anni a venire evidenziano anche l’impegno dell’UE e di tutti gli Stati membri in materia di parità di genere.

Commenti
loading...