Svizzera, i cittadini bocciano il referendum sulla riforma delle pensioni

0
556

Agenpress – Gli svizzeri hanno bocciato la riforma del sistema previdenziale proposta dal governo per far fronte all’invecchiamento della popolazione.

La riforma prevedeva molte misure, tra le quali tre principali: innalzamento dell’età di pensionamento delle donne, da 64 a 65 anni (come per gli uomini); un aumento di 70 franchi al mese per le nuove pensioni del primo pilastro (l’AVS); un aumento appunto dell’IVA come finanziamento supplementare del sistema. Il progetto Previdenza 2020 era sostenuto da buona parte delle forze politiche di centro e di sinistra: partito democristiano, partito borghese democratico, verdi liberali, partito ecologista, socialisti.

Si erano però opposti da un lato gruppi di sinistra e sindacati minori, contrari all’aumento dell’età di pensionamento per le donne, e dall’altro una parte dei partiti di centro e di destra (liberali, destra nazionalista Udc), all’interno dei quali è stato indicato come inadeguato il progetto complessivo e come sbagliato l’aumento di 70 franchi per il primo pilastro. Attaccata sia da sinistra che da destra, per ragioni diverse, la riforma alla fine è stata bocciata in votazione popolare.

Il decreto federale sul finanziamento supplementare del primo pilastro pensionistico attraverso un aumento dell’Imposta sul valore aggiunto (IVA) aveva bisogno di una doppia maggioranza (popolo e cantoni) per passare e già nel primo pomeriggio è apparso chiaro che la maggioranza del cantoni era schierata per il no. D’altronde l’altro oggetto in votazione sulle pensioni, racchiuso nel progetto Previdenza 2020, pure proposto da Governo e maggioranza del Parlamento, era legato al decreto sul finanziamento.

Non passando questo, la riforma non poteva in ogni caso entrare in vigore. Le percentuali del voto popolare sui due oggetti a pomeriggio inoltrato erano queste: 50,1% di no per il finanziamento con aumento dell’IVA (con la maggior parte dei cantoni appunto contrari); 52% di no al progetto Previdenza 2020.

 

Commenti
loading...