Prima Conferenza in Italia di Citizen Science

989

Agenpress. La citizen science (scienza partecipata) si sta sempre più affermando come un approccio in grado di fornire efficaci sistemi di monitoraggio e strumenti di ricerca sempre più importanti.  La comunità scientifica coinvolge i cittadini in attività di mappatura di dati con progetti a livello locale o globale, per ampliare la quantità di informazioni, per coinvolgere attivamente le persone.  Questa interazione può avvenire nei più disparati campi della ricerca, dalla biologia all’ecologia, alla climatologia e all’astronomia, dalle neuroscienze alla medicina e all’informatica. Diverse possono essere quindi le attività in cui i “cittadini” possono essere coinvolti: segnalare la presenza di specie animali o vegetali presenti in un dato territorio, riportare osservazioni su specifici fenomeni, utilizzare apparecchiature per il rilevamento di parametri ambientali, mettere a disposizione risorse proprie per rilevazioni di varia natura, ecc.

Partecipanti:

Emilia Chiancone (Accademia dei XL), Stefano Martellos (Coordinatore progetto CSMON-Life, Università di Trieste), Andrea Sforzi (Direttore Museo di Storia Naturale della Maremma, membro del direttivo ECSA), Fausto Barbagli (Presidente ANMS), Marco Galaverni (WWF- Italia), Sarah Orlandi (ICOM Italia), Gaia Agnello (ECSA – Bioblitz Working Group)

Modera: Marco Ferrazzoli (capo ufficio stampa CNR)

Scopi:

  1. riferire sui principali risultati del convegno
  2. come promuovere e comunicare la citizen science;
  3. informare circa l’importanza di una corretta comunicazione, a vari livelli, nella progettazione e conduzione di un progetto di citizen science;
  1. trarre conclusioni per lo sviluppo della citizen science in Italia.

La First Italian Citizen Science Conference e la tavola rotonda Citizen Science e Comunicazione sono promosse dall’Accademia Nazionale delle Scienze detta dei XL e dal CNR nell’ambito delle iniziative della infrastruttura Europea LifeWatch; in partnerniship con l’Associazione Nazionale Musei scientifici (ANMS), il Museo di Storia Naturale della Maremma, CSMON-Life, Rete L-TER Italia e  la European Association of Citizen Science (ECSA); in collaborazione con il Museo Civico di Zoologia di Roma e il WWF Italia, con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, la Regione Lazio e l’Assessorato alla Crescita Culturale di Roma Capitale.

Le iniziative si svolgono sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica Italiana.

Roma, SABATO 25 Novembre 2017 –  ore 10.30 Museo Civico di Zoologia, Villa Borghese Via Ulisse Aldrovandi, 18

Commenti
loading...