M5S. Di Battista annuncia che non si ricandiderà al Parlamento, “voglio scrivere e girare il mondo”

0
756

Agenpress – “Sono qui per darvi una notizia, ho preso una decisione, una mia scelta umana: quella di non ricandidarmi in Parlamento alle prossime elezioni. E’ una scelta mia, non è minimamente legata al Movimento, che è proprio una seconda pelle”. E mette le mani avanti: “Già immagino qualcuno che tenterà di speculare, diranno che lascio il Movimento. No! Proprio non succederà mai, è una mia seconda pelle. Mi ha cambiato la vita, in positivo, mi ha fatto crescere come uomo, mi ha permesso di lottare per le idee in cui credo. Lo sosterrò sempre, ma al di fuori dei palazzi istituzionali”.

Lo scrive Alessandro Di Battista annunciando di non volersi candidare alle prossime elezooi politiche.

“Prima di entrare in Parlamento mi occupavo di cooperazione internazionale, scrivevo reportage, scrivevo per il blog. E’ quello che voglio continuare a fare per un po’, dall’estate prossima, dopo la campagna elettorale partire e andare in alcuni luoghi del mondo per raccogliere idee, proposte di politica innovativa e raccontarle, portarle in Italia. Diranno che ci sono dissidi tra me e Beppe e Luigi. E’ l’esatto contrario. Per me Beppe è un esempio e Luigi è proprio un fratello. Sosterrò il M5S fino all’ultimo giorno di campagna elettorale, ma lo farò da non candidato”.

“Temevo che mollare la politica istituzionale per un po’ venisse vista come una resa, come una rinuncia, mi immaginavo giornalisti pronti a giocarci sopra, a far credere che ci fossero dissidi tra me e Luigi, tra me e Beppe, che il movimento mi stesse deludendo”, invece Di Maio è “un fratello” e Grillo un “amico e anche un patriota”.

“Esco con le mani più pulite di come le avevo quando sono entrato. Ma  non lascio il Movimento, non succederà mai. È una mia seconda pelle. Lo sosterrò sempre anche se al di fuori dei palazzi istituzionali”.

“Dall’estate prossima, dopo le elezioni, partirò per andare un po’ in giro nel mondo”,  vedere quali sono le altre “esperienze e riportarle qui in Italia. Ho altre aspirazioni: portare la politica al di fuori dei palazzi. E poi scrivere”.

Di Battista parla della sua recente paternità: “qualche tempo fa avevo detto già pubblicamente che non mi sarei ricandidato per un secondo mandato. Ma la nascita di mio figlio è come se avesse dato ancor più benzina a una decisione già presa. Quando nasce un figlio cambiano le priorità, voglio dedicarmi a lui e a una bella forma di educazione. Anche per questo, non solo per questo, ho preso questa decisione”.

Commenti
loading...