Dati Istat Occupazione. Bellanova: “Il Paese è cambiato, lo dicono i numeri”

0
441

Agenpress. “Il Paese è cambiato e continua a cambiare, lo dicono i numeri. Ed è cambiato grazie alle misure introdotte in questi anni.

Confrontando infatti i dati di ottobre 2017 (ultimo mese disponibile) con l’ottobre del 2013, anno precedente l’insediamento del Governo Renzi, raccogliamo un aumento dell’occupazione pari al 4.2% con un più 4,8% per quella femminile. Allo stesso tempo diminuiscono le persone in cerca di occupazione di oltre il 7% (9,2% per gli uomini e 4,8% per le donne).

E ancora. Sul versante dell’occupazione giovanile nella fascia tra i 15 e i 24 anni  è evidente, sempre nel confronto tra ottobre 2013 e ottobre 2017, una forte riduzione del numero di disoccupati con un meno 21,7% cui si affianca la crescita degli occupati di quasi il 6%. Il tasso di disoccupazione a ottobre 2017 scende di 7,1 punti percentuali rispetto a ottobre 2013: una differenza notevole che porta il tasso di disoccupazione al 34,7% (contro il 41,8% del 2013).

Ecco perché, ora più che mai, abbiamo bisogno di un nuovo patto tra lavoro e impresa, capace di mettere a valore saperi, competenze, innovazione, nuove generazioni.  Un patto dove i ruoli siano molti chiari: regolatore per lo Stato, determinando le condizioni perché lavoro e impresa tornino a comunicare e affrontare i problemi nel merito e con competenza.

E anche per evitare distorsioni e dumping sui mercati, con l’obiettivo di posizionare la produzione nelle fasce alte del mercato con una distribuzione innovativa e corretta.

Siamo la seconda manifattura d’Europa e la settima nel mondo: aumentare il livello di qualità della produzione è la sfida che dobbiamo essere capaci di affrontare e di vincere. L’export che continua a crescere ci dice che è possibile”.

Così la VM Teresa Bellanova, componente Segreteria Nazionale Pd, commentando i dati Istat diffusi nella giornata di oggi.

Commenti
loading...