In Italia i bambini plusdotati non hanno attenzione nelle nostre scuole

0
471

Agenpress. In Italia i bambini plusdotati non hanno attenzione nelle nostre scuole, non come quella che si dedica allo svantaggio.

Per porre rimedio a questa inadempienza, l’associazione Aget (Associazione genitori education to talent) ha organizzato la prima edizione di un concorso giornalistico, che ha premiato i giornalisti che si sono occupati della diffusione della problematica in maniera adeguata e con la giusta terminologia.

l concorso è stato patrocinato dall’Unesco e dalla Camera dei Deputati.

«Mi ha fatto piacere che l’Unesco nel darci il patrocinio abbia parlato di sistemi educativi più sensibili e più inclusivi – ha detto la presidente dell’Aget Valeria Fazi -. Purtroppo oggi non è così e i nostri figli sono totalmente esclusi a scuola. Non posso pensare che il Paese nel quale sono nata si dimentichi di loro e li spinga ad andare all’estero quando sono adulti. Lo Stato deve riconoscere le caratteristiche dei nostri piccoli. Spero che il prossimo anno, per la seconda edizione del premio, qualcosa sia cambiato».

 

Commenti