Weber (Ppe). Berlusconi “è un pilastro importante e ha il nostro appoggio totale”.

0
601

Agenpress – “Silvio Berlusconi? L’ho trovato in gran forma. È gagliardo, svolge un ruolo da leader nella campagna elettorale italiana e ha tutti i numeri per vincere. Garantisce sull’europeismo di tutta la coalizione di centrodestra grazie a un programma approvato, sul quale non c’è più discussione. Lui è un pilastro della famiglia del Ppe e ha il nostro appoggio totale”.

A parlare è Manfred Weber, tedesco, presidente del gruppo popolare al Parlamento europeo, la compagine più numerosa di europarlamentari, assicurando che la casa di Berlusconi è nel Ppe,  “è un pilastro importante perché l’Italia è un Paese che conta, nell’Unione. L’approccio verso l’economia è decisivo. Al governo tedesco chiedo di investire di più. Il problema non è solo quello di osservare le regole, non è solo il disavanzo pubblico che non deve superare il 3 per cento del Pil”.

Weber spiega di non avere timori per le posizioni di Matteo Salvini: “E’ stata approvata una piattaforma elettorale della coalizione che ha un approccio, un orientamento e uno spirito inequivocabilmente a favore dell’Europa. E questo dimostra che il leader del centrodestra è Berlusconi e il messaggio è quello di una forte Italia in una forte Europa”.

Per Weber “due sono i punti importanti. Il primo è essere positivi sulle prospettive economiche, perché l’Europa sta crescendo ovunque e anche l’Italia sta cominciando a riprendersi. Il secondo – prosegue – sono le politiche migratorie. Il Ppe sostiene in pieno l’iniziativa italiana dei nostri amici popolari. L’immigrazione non è un tema solo italiano ma europeo, e impone a tutti gli europei un meccanismo di solidarietà”. Sull’eventualità di una grande coalizione tra centrodestra e Pd come in Germania tra la Merkel e Schulz, “mi auguro che i gli amici italiani del Ppe ottengano una chiara maggioranza in Parlamento. Poi, tutti i democratici dovranno sedersi al tavolo e assumersi le loro responsabilità. Il problema dell’Europa è che troppe forze politiche rifiutano questa responsabilità”.

Commenti
loading...