Candidati politiche 2018. Graziano Musella e la svolta sociale di Forza Italia

0
1003
Graziano Musella, Sindaco di Assago

Agenpress. Si può, senz’altro, constatare  una connotazione di carattere sociale nella scelta di  Berlusconi e di Forza Italia  per quanto riguarda la  candidatura di  Graziano Musella alla Camera dei Deputati.

L’operato sociale del primo cittadino di Assago, il quale si è ispirato ai principi di una filosofia nuova,  che fa proprio un modello di comunicazione che potremmo definire “Comunicazione socio- umanitaria”,  lo ha condotto a  detassare i propri cittadini di tasse gravose, quali l’Imu, la  Tasi  e l’addizionale Irpef, nonché a porre in essere ben precise iniziative a favore di chi versa  in gravi difficoltà  economiche, tra cui si annovera la “Social card”.

E’ ammirevole, altresì,   il suo impegno umanitario a favore di  cittadini di altre città mediante un piccolo risparmio ” Fondo di solidarietà’ Locale e Nazionale” creato  per aiutare persone colpite da calamità naturali o da disastri ambientali e sociali. Difatti,  a 25 cittadini della città di Taranto,  colpiti dalla crisi dell’Iva  nel 2013, sono stati donati dal Comune di Assago 1000 euro pro-capite, concretizzando la tanta declamata cooperazione e solidarietà tra cittadini.  Ma non basta , nel 2015 sono stati donati 10 mila euro al Comune di Benevento colpito dall’alluvione e, lo   scorso anno, sono stati raccolti 100 mila euro per la costruzione di una struttura socio- ricreativa ad Accumoli, che è un Comune devastato dal terremoto.  Successivamente,  si è dato corso alla costituzione della Rete dei Comuni per la salvaguardia dell’ambiente e per far rinascere i territori depressi, attuando , in tal modo, la green economy.

Possiamo affermare che,  scegliendo Graziano Musella, Forza Italia ha dimostrato di ispirarsi non solo a concetti di natura strettamente liberali , ma  di  avallare  un modello di operato politico che  si prefigge di far vi vere un’ economia dal volto umano, la quale concretizza la  solidarietà e l’ aiuto tra cittadini di città diverse geograficamente e politicamente.

E’ vero, difatti, che Gaziano Musella superi  il concetto di politica partitica, per affermare una politica di cooperazione e di scambio, nonché  di partecipazione collettiva.

Egli considera la  solidarietà non come fine a se stessa,  ma  come sprone a crescere,  cambiare  e  costruire, per far sì che si attuino progetti tesi a favorire l’emancipazione sociale e la crescita umana, nonché economica.

Musella, in definitiva, si prefigge di intensificare sempre più il suo operato socio-umanitario nell’ interesse del suo partito politico  e della Nazione.

Sa bene che Berlusconi ne apprezza gli intenti,  in quanto capace di essere foriero di progetti umanizzanti.

Elena Fotia

Commenti