Valentino Zeichen. “Per una Casa della Poesia”

0
539

Agenpress. Il progetto di trasformare la dimora romana di Valentino Zeichen in un luogo dedicato alla poesia nasce dall’esigenza e dalla volontà di un gruppo di intellettuali romani di ricordare il Poeta. L’idea ha dato vita all’esposizione Valentino Zeichen al borghetto Flaminio per una Casa della Poesia che verrà inaugurata mercoledì 14 febbraio alle 17 alla Casa dell’Architettura a Roma (Piazza Manfredo Fanti, 47).

La mostra, che resterà aperta fino al 20 febbraio, presenta gli esiti del seminario del dottorato di ricerca in Architettura – Teorie e Progetto La casa del Poeta. In memoria di Valentino Zeichen, coordinato da Orazio Carpenzano con la collaborazione degli architetti Paolo Marcoaldi e Marco Pietrosanto. L’idea di conservare la memoria del Poeta, attraverso la designazione della sua dimora romana in un luogo dedicato alla poesia, è della figlia Marta Manca Zeichen che, insieme ad un gruppo di intellettuali romani, su tutti Franco Purini, sta portando avanti il progetto di cui questa mostra è un importante tassello. L’iniziativa è stata rilanciata in ambito universitario dalla Facoltà di Architettura della Sapienza, attraverso i Dipartimenti DiAP e DSDRA, durante l’ultima Biennale d’Arte di Venezia, nel corso di una giornata di studi dedicata al Poeta, all’interno della quale Anna Rita Chierici e Francesco Siciliano hanno rappresentato un frammento della lettura scenica della pièce teatrale di Valentino Zeichen Apocalisse nell’arte.

La casa del Poeta verrà presentata attraverso i progetti di Balducci, Brunelli, Carriero, Di Loreto, Loiudice, Rocco Cellini, Zampetti. Al seminario, coordinato da Carpenzano, hanno partecipato i professori Ippolito, Giovannelli, Partenope, Romano, Salvo, Scatena e la direttrice della Casa delle Letterature Maria Ida Gaeta. Sono parte integrante della mostra un racconto visivo della casa riletta attraverso le fotografie di Dino Ignani e un ritratto del Poeta di Luigi Ontani. La selezione dei collages di Valentino Zeichen è a cura di Donatella Scatena e Marta Manca Zeichen. Durante la mostra Anna Rita Chierici leggerà una poesia inedita di Zeichen.

Apriranno i lavori, portando i saluti Flavio Mangione, presidente dell’Ordine degli Architetti di Roma e provincia e Roberto Grio, CTS Casa dell’Architettura. Introdurrà Orazio Carpenzano, responsabile scientifico e Direttore DiAP Sapienza. Interverranno Maria Ida Gaeta, presidente Casa delle Letterature, Luca Montuori, Assessore all’Urbanistica Roma Capitale, Luigi Ontani, pittore, scultore e fotografo, Giovanni Pogliani, architetto, scultore e fotografo e Franco Purini, professore emerito Sapienza Università di Roma, Marta Manca Zeichen, figlia del Poeta.

Commenti